Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, LCN. Sony e Discovery interessate a tre LCN nazionali di Retecapri?

Dopo un periodo di relativa calma ricominciamo i giochi a riguardo degli LCN nazionali più appetibili, primi fra tutti quelli di Retecapri (20, 45, 55 e 66), con il testa il 20, al quale si erano interessati un po' tutti: da Mediaset a Sky, da Discovery a Scripps.
Questa volta le indiscrezioni vorrebbero interessamenti da parte dei giapponesi di Sony (già sul sat di Sky Italia con i canali Axn HD, Axn+1 e Axn Sci-Fi) per gli LCN 45 e 55 per il lancio di due nuovi canali con target bambini e cultura. Ma,  secondo il quotidiano MF – Milano Finanza, anche il gruppo Viacom (già editore anche di Paramount Channel in collaborazione con Sky) starebbe studiando il lancio di un nuovo programma in chiaro per il target maschile, mentre analoga strategia starebbe adottando Discovery Italia (fornitore di contenuti con Nove, DMax e Real Time) per un canale sportivo. Entrambi i player starebbero valutando le disponibilità sul mercato, tra le quali quella dell'appetibile 20 di Costantino Federico. (E.G. per NL)
28/11/2016 09:20
 
NOTIZIE CORRELATE
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).
Il 2016 di Discovery Communications si è chiuso con i ricavi a +2% (pari a 6,5 miliardi di dollari) rispetto all’anno precedente. Un risultato sopra le aspettative nonostante una raccolta pubblicitaria non brillante e un tasso di cambio che de facto ha abbassato di due punti percentuali la crescita degli introiti.
Attraverso la delibera Agcom 40/17/CONS, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha disposto la sospensione del processo di implementazione dei cambi programmati di risorse frequenziali previsti dei vigenti Piani nazionali di assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo terrestre in tecnica digitale, nelle more della ripianificazione complessiva delle risorse destinate al servizio di radiodiffusione sonora e televisiva.
Valorizzare gli ascolti in netta crescita e migliorare il fatturato: questo è l’obbiettivo di Urbano Cairo per quanto riguarda il 2017.