Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria, approvazione riforma. Confindustria RTV: bene incentivo fiscale per investitori pubblicitĂ  su emittenti locali. Ora subito i decreti attuativi

Come già illustrato in altro articolo, ieri, 4 ottobre, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la c.d. “Legge Editoria” (“Istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione e deleghe al Governo per la ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell’editoria, della disciplina di profili pensionistici dei giornalisti e della composizione e delle competenze del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti”) .
Maurizio Giunco (Presidente dell’Associazione Tv Locali - aderente a Confindustria Radio Televisioni ) ha dichiarato: “L’estensione dei benefici fiscali agli investitori pubblicitari sulle TV (e radio) locali finalmente ci equipara agli altri mezzi e può dare ossigeno a un comparto in difficoltà. E’ un risultato positivo reso possibile grazie all’impegno costante dell’Associazione in ogni fase dell’ “iter” legislativo. Quanto al ‘Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione’ prevederà la riserva fino a un massimo di 50 milioni a favore delle emittenti televisive (e radiofoniche) locali, come previsto dalla Legge di Stabilità 2016, che andranno ad aggiungersi alle risorse già da tempo stanziate. Ora il Governo deve procedere rapidamente con i decreti legislativi di attuazione che dovranno in primo luogo ridefinire la disciplina dei contributi e in particolare la previsione di misure per il sostegno agli investimenti, vitali per il futuro dell’emittenza locale”. (E.G. per NL)

05/10/2016 13:36
 
NOTIZIE CORRELATE
Torna a calare il dato della diffusione della stampa, sia cartacea che digitale, tra i lettori italiani: l’indagine Audipress 2016/III segnala una contrazione dell’1,4%, dato che sconfina rispetto alle previsioni del trend comunque negativo, ancorché più moderato.
Lunedì scorso, nel consiglio d'amministrazione presieduto da Giorgio Fossa, è stato deciso il piano industriale de Il Sole 24 Ore per i prossimi 3 anni.
Un bando di gara europeo per affidare la fornitura dei notiziari alla Presidenza del Consiglio a partire dal secondo semestre del 2017.
Il Consiglio di Presidenza di Confindustria Radio Televisioni (CRTV) riunito a Roma, ha completato la definizione degli assetti interni per il triennio e messo a punto il programma essenziale di lavoro per l’anno in corso.
L’unione tra carta stampata e social media, stando a quanto si evince dal Report di Content Digital Next (organizzazione commerciale dedicata a servire le esigenze specifiche e diverse delle società di contenuti digitali di alta qualità), non risulterebbe così perfetta.