Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Giurisprudenza e Normativa
Il 30/10/2016 (NB non il 31/10/2016) scade il termine per sottoporre le domande per l’ottenimento dei contributi a favore delle emittenti radiofoniche locali, previsto dall'art. 52, comma 18, L. 448/2001 per l’anno 2016.
 
Sulla G.U. n. 221 21/09/2016 è stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 04/08/2016 recante la “Determinazione dei contributi per i diritti d'uso delle frequenze digitali per gli anni 2014, 2015 e 2016”.
 
Il Ministero ha fatto sapere che a conclusione della procedura di gara avviata il 02/05/2016, la frequenza coordinata per il servizio televisivo digitale terrestre CH 58 UHF, disponibile nella regione Marche, non è stata aggiudicata ad alcun operatore di rete.
 
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
 
La Commissione Europea ha presentato una nuova proposta per l’abolizione dei sovrapprezzi sul roaming all’interno della Comunità entro giugno 2017, dopo aver scartato la precedente a causa delle diverse lamentele.
 
Il Ministero ha disposto, con determine DGSCERP, l’approvazione delle prime graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 2 maggio 2016.
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato in data 15/09/2016 il provvedimento di rettifica della determina direttoriale del 01/08/2016 recante la conclusione della procedura per la presentazione delle domande volte ad ottenere le misure economiche di natura compensativa per il rilascio volontario delle frequenze televisive interferenti ai sensi del DM del 17/04/2015, attuativo dell’art. 6, c. 9, del DL 145/2013, convertito dalla L. 9/2014, come modificata dall’art. 1, c. 147, della L. 190/2014 per la Regione Emilia Romagna.
 
Con una decisione che ha destato stupore, la Cassazione ha definitivamente respinto la richiesta dell'INPGI di avere da RTI (Reti Televisive Italiane S.p.A., società del Gruppo Mediaset) contributi per circa 1 mln e mezzo di euro, come emergeva da un'ispezione in azienda per 7 giornalisti per il periodo maggio 1999-febbraio 2005, tra i quali Alessandro Piccinini, noto conduttore di "Controcampo" dal 1998 a 2012 su Italia 1.
 
Come noto, attraverso il D. Lgs. 128/2016 (pubblicato sulla G.U.S.G. n. 163 del 14/07/2016) è stata data attuazione alla Direttiva 2014/53/UE relativa alla messa a disposizione sul mercato di apparecchiature radio.
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico nell'ambito della procedura per l’assegnazione delle frequenze radio in onde medie , ai sensi dell’art.27, comma 3 del D. Lgs. 259/20013 nel rispetto delle risorse di frequenze e delle connesse aree di servizio attribuite all'Italia, coordinate secondo le regole stabilite dall'Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT) in base al Piano di radiodiffusione Ginevra 1975, ha pubblicato una serie di risposte ai quesiti posti dagli operatori a riguardo del contenuto del proprio provvedimento (qui per leggere le medesime).