Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Giurisprudenza e Normativa
Come reso noto in precedenza, dal 23/12/2016 sono entrate in vigore le nuove norme sull'accesso generalizzato, il cd FOIA ai sensi del quale chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli già oggetto di pubblicazione obbligatoria senza necessità di fornire una motivazione.
 
L'Autorità Nazionale Anticorruzione ha pubblicato la Determinazione n. 1310 del 28/12/2016 contenente le Prime linee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel d.lgs. 33/2013 come modificato dal decreto legislativo n. 97/2016.
 
A conclusione della procedura per l’assegnazione delle frequenze radio in onde medie a modulazione di ampiezza (AM) per le trasmissioni di radiodiffusione sonora, il Ministero dello sviluppo economico ha comunicato che sono pervenute, entro il termine previsto del 30/09/2016, 902 domande di cui 468 per frequenze asincrone (88 sono le frequenze asincrone disponibili),  324 per frequenze sincrone (sono disponibili 60 frequenze costituenti 11 reti sincrone) e 110 domande anomale (non è specificato il Sito o la Frequenza, oppure il sito non corrisponde alla frequenze e viceversa).
 
L’Autorità, con la delibera n. 557/16/CONS, ha avviato una indagine conoscitiva concernente le prospettive di sviluppo dei sistemi wireless e mobili verso la quinta generazione (5G) e l’utilizzo di nuove porzioni di spettro al di sopra dei 6 GHz.
 
Il BEREC (acronimo di Body of European Regulators for Electronic Communications), l’agenzia (indipendente) dell’Unione europea che fornisce assistenza professionale e amministrativa all’Organismo dei regolatori nazionali delle comunicazioni elettroniche degli stati membri e che è costituito dai vertici o dai rappresentanti degli enti stessi si oppone all'integrazione quale istituzione dell'UE (soluzione che - a suo avviso - ne minerebbe l'indipendenza).
 
Attraverso la delibera in oggetto, l'Agcom ha prorogato di 45 giorni i termini della consultazione pubblica e del procedimento istruttorio di cui alla delibera n.
 
Il neo-insediato Consiglio dei Ministri ha approvato ieri, 14 dicembre, in esame preliminare, cinque decreti legislativi, fra cui l'attuazione della direttiva 2014/26/UE (cosiddetta) sulla gestione collettiva dei diritti d’autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multi-territoriali per i diritti su opere musicali per l’uso online nel mercato interno.
 
L'Agcom ha avviato una consultazione pubblica concernente modifiche ed integrazioni del Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa di cui alla delibera n. 8/15/CIR e successive modificazioni, in relazione all’uso dei codici 455 di cui all’articolo 22.
 
Nessun sequestro civile preventivo di giornali online nel caso di pubblicazioni sospette di diffamazione; non è neppure ammissibile l’ordine di cancellazione o di oscuramento di una o più pagine di stampa di testate telematiche, tramite il ricorso all’azione inibitoria ex art. 700 c.p.c.
 
Rischia di impantanarsi nei decreti attuativi la riforma dell’editoria già approvata dal Parlamento: tutto a causa della crisi di governo, combinata con una serie di adempimenti urgenti che il nuovo esecutivo dovrà trovarsi ad affrontare appena formato.