Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Giurisprudenza e Normativa
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sostiene la necessità di una riforma che interrompa il monopolio della SIAE nel mercato della gestione dei diritti d’autore in quanto lesivo sia della libertà di iniziativa economica che di quella decisionale degli autori.
 
Attraverso la delibera 110/16/CONS, online dal 31/05/2016, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha introdotto la modifica e l’integrazione al regolamento recante la disciplina dei procedimenti in materia di autorizzazione ai trasferimenti di proprietà, delle società radiotelevisive e dei procedimenti di cui all’articolo 43 del decreto legislativo n. 177/2005, di cui alla delibera n. 368/14/CONS.
 
Via libera al primo bando per la realizzazione della rete nelle aree bianche, quelle cioè a fallimento di mercato: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale possono partire le procedure per gli interventi nelle prime sei regioni (Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto) con le quali si sono chiusi specifici accordi di programma e relative convenzioni operative per l’utilizzo dei fondi FESR e FEASR. Entro l’estate partiranno i bandi per tutte le altre regioni.
 
Vale la pena, di tanto in tanto, verificare quelle leggi che pur implicando per le Imprese, in caso di non rispetto, significativi impatti economici, apparentemente agli imprenditori non sembrano potersi applicare alle loro aziende, sia per le ridotte dimensioni sia per altri motivi sempre riconducibili ad una presunta impossibilità del verificarsi di comportamenti del tipo previsto dalla legge.
 
Scade oggi il termine per presentare al Ministero dello Sviluppo Economico l'istanza ex art. 14 bis D. Lgs. 259/2003 per la rimozione dei limiti d'utilizzo delle frequenze DTT.
 
Di concerto con la struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico), pubblichiamo una serie di informazioni a seguito di chiarimenti espressi dal Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo del bando per le graduatorie degli operatori di rete locale relativamente alle nuove frequenze coordinate attribuite all’Italia, cioè non interferenti con i paesi confinanti.
 
Come noto, i diritti d’uso assentiti, ex art.1 comma 1 della determina ministeriale, accordano l’utilizzo delle frequenze “per la radiodiffusione televisiva in tecnica digitale DVB-T”.
 
Come noto, a mente delle norme ITU-R, perché esista un’interferenza occorre che il segnale interferito abbia un c.e.m. utile, non potendo in caso contrario rivendicare protezione, atteso che il territorio esaminato non rientrerebbe nella “area di copertura”.
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico continua la pubblicazione delle FAQ a riguardo del bando per i fornitori di servizi di media audiovisivi.
 
Di concerto con la struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico), pubblichiamo una serie di informazioni a seguito di chiarimenti espressi dal Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo del bando per le graduatorie degli operatori di rete locale relativamente alle nuove frequenze coordinate attribuite all’Italia, cioè non interferenti con i paesi confinanti.