Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio. 105 compie 40 anni (16/02/1976-16/02/2016) e festeggia alla grande

La rete nazionale Radio 105, di proprietà del gruppo milanese Finelco (le cui quote di minoranza - con opzione per la maggioranza - sono state recentemente acquisite da Mediaset), domani compirà 40 anni e festeggerà con musicisti, scrittori, attori e storici dj dell'emittente.
"I dj ci saranno proprio tutti - fanno sapere da Largo Donegani -: Marco Galli, Pizza, Mitch, Squalo, Bettina, Carlotta, Tony Severo, Rosario Pellecchia, Daniele Battaglia, Marco Mazzoli e tutto Lo Zoo di 105, Alvin, Dj Giuseppe, Gianluigi Paragone, Mara Maionchi, Ylenia, Paolino, Martin, Kris & Kris, Fabiola, Dario Spada, Laura Gauthier, Gli Autogol".  Una veste sonora creata ad hoc incornicerà diversi momenti di spettacolo e offrirà il pretesto per riascoltare brani che negli ultimi 40 anni Radio 105 ha contribuito a lanciare e che all’emittente sono strettamente legati. Tantissimi i vip che prenderanno parte ai festeggiamenti in studio: Alex Britti, Elenoire Casalegno, Dolcenera, Mondo Marcio, Francesco Sarcina, Fedez, Irene Fornaciari, Edoardo Bennato, Nesli, J Ax, Michele Serra, Beppe Severgnini, Ficarra e Picone, Benedetta Parodi, Marco Bianchi e molti altri. Non riusciranno a essere presenti, ma raggiungeranno i programmi via telefono, tra agli altri, Jovanotti, Giuliano Sangiorgi, Elio e Le Storie Tese (che a Sanremo hanno raccontato di dovere a Radio 105 il loro successo), Piero Pelù, Leonardo Pieraccioni, Diego Abatantuono, Max Biaggi e molti altri. L’intera giornata sarà trasmessa in diretta streaming su 105.net. (E.G. per NL)

15/02/2016 10:45
 

Compleanno 105 ma i DJ storici non si sono sentiti!!

Peccato non aver sentito i DJ storici ..........
 

Valerio Gallorini

NOTIZIE CORRELATE
Sembra quasi ieri che, da Fininvest, la linea ufficiale sull’affaire Vivendi era l’inesistenza di una “trattativa con il gruppo transalpino” (Vivendi) per risolvere la spinosa situazione venutasi a creare, in risposta ad alcune indiscrezioni non meglio precisate e pubblicate da Bloomberg.
Trovare fonti di ricavo: questo è l’obiettivo di Mediaset per il nuovo anno, stando a quanto si evince dalle linee guida di sviluppo presentate oggi, 18 gennaio, a Londra e pubblicate sulla sezione dedicata agli investitori del suo sito.
Il polo radiofonico del Biscione, RadioMediaset (che controlla le emittenti nazionali R101, Radio 105, Virgin Radio e GBR-Orbital), ha deciso di puntare soprattutto sulla rete principale, Radio 105, operando investimenti captive in promozione ed importanti travasi frequenziali.
L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha aperto un'istruttoria sugli effetti della scalata dei francesi di Vivendi a Mediaset. Il procedimento, avviato con la Delibera 654/16/CONS, è finalizzato alla verifica della eventuale sussistenza di una violazione dell’art. 43, comma 11, del D. Lgs. 177/2005 da parte della società Vivendi S.A. nonché all’eventuale adozione delle misure previste dall’articolo 43 del medesimo decreto legislativo.
"Ho sempre detto che volevo raggiungere un accordo e adesso che siamo i secondi azionisti (Vivendi è al 29,94% dei diritti di voto, cioè appena sotto la soglia che fa scattare l’Opa, mentre Fininvest ha il 39,775%, ndr) ci sono ancora più ragioni per cui dovremmo trovarlo".