Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tlc. Entro il 2017 forte potenziamento del 4G. Governo pensa ad asta nuove frequenze per 1 mld

Il Governo ha bisogno di soldi e per ottenerli pensa di proporre al Parlamento l'inserimento nella nuova legge di bilancio di una delega legislativa per la predisposizione di una asta competitiva per l'assegnazione di frequenze per il potenziamento della telefonia 4G.
Le reti mobili, nelle aree urbane, sono infatti ormai al limite della sostenibilità di un traffico esponenzialmente aumentato negli ultimi due anni (soprattutto a causa della fruizione di servizi audio-video) e l'imminente lancio di tariffe sostanzialmente flat (nel senso di limite di download difficilmente raggiungibile da parte della maggioranza dell'utenza) da parte di quasi tutte le compagnie telefoniche e la prossima diffusione delle auto interconnesse impone un notevole aumento della capacità trasmissiva che non può attendere oltre. Di qui l'idea di unire l'utile al dilettevole attraverso un'operazione che potrebbe portare nelle casse dello Stato una cifra compresa tra 0,7 e 1 mld di euro. L'asta per i 4G sarà anticipatoria del processo di liberazione frequenziale per lo sviluppo, da un lato, della tecnologia 5G e, dall'altro, dell'LTE broadcasting, previsti rispettivamente per il 2020 e 2022. (M.L. per NL)
20/09/2016 06:51
 
NOTIZIE CORRELATE
L'indagine di customer satisfaction promossa dal Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom FVG) nell'anno 2016, che aveva lo scopo di misurare il gradimento degli utenti in merito all'attività di conciliazione obbligatoria in materia di controversie telefoniche, internet e pay tv, ha restituito un quadro molto lusinghiero del servizio offerto.
Spotify registra una forte crescita nell’ultimo semestre e raggiunge i 50 milioni di abbonati, distanziando Apple Music, fermo a 20 milioni di sottoscrizioni.
Il nuovo operatore telefonico Wind Tre Spa (società con amministratore delegato Maximo Ibarra, creatasi dall’unione di Wind Telecomunicazioni e H3G) chiude il proprio bilancio 2016 in bellezza: con un fatturato di 6.491 milioni di euro, una percentuale di crescita in termini di ricavi del 3,1% e una liquidità di cassa di un miliardo di euro.
Gli Stati Uniti hanno ultimato l’asta per la cessione delle frequenze nella banda 600 MHz dagli operatori televisivi alle telco: il guadagno è stato praticamente un quarto rispetto alle previsioni ma l’asta dà il via allo sviluppo del 5G.
Negli Stati Uniti, la radio online è la seconda attività più comune nelle app dei dispositivi mobili con il 15% del tempo speso, seconda solo ai social network con il 29% e più diffusa dei giochi con l’11%.