Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv: ascolti televisivi nel mese di febbraio in crescita con il 33% di share per le tv non generaliste
Secondo i dati raccolti da Starcom si è registrato un notevole aumento degli ascolti del segmento, segnatamente pari al +19% sul medesimo periodo del 2012.
Il pubblico della televisione, complice forse la solita crisi, si fa più numeroso in tutte le fasce orarie, con un picco di share del 39% registrato la mattina dalle 7 alle 12. Compaiono nella top ten delle reti più viste del digitale terrestre, quattro reti Rai, tre di Mediaset e tre di Discovery Channel. Il gruppo americano piazza al primo posto Real Time con circa 164mila spettatori nel minuto medio. Il programma più seguito del mese è Il Boss delle Torte, con 599mila spettatori in fascia 23-24 nella puntata dell’8 febbraio. A seguire DMAX al quarto posto e Giallo al nono. Grazie ad Iris, il canale Mediaset dedicato al cinema d’autore, il Biscione conquista il secondo posto con i suoi 145mila spettatori nel minuto medio e la migliore performance ottenuta dalla veterana commedia sentimentale Sabrina, andata in onda il 26 febbraio in fascia 22-23, incollando davanti al teleschermo ben 697mila spettatori. Mediaset si aggiudica anche il settimo posto con La5 e il decimo con Mediaset Extra. La Rai, invece, ottiene un buon terzo posto con il canale dedicato ai più piccoli, Yo Yo con i suoi 144mila spettatori nel minuto medio, raggiungendo il picco (466mila) il 26 febbraio nella fascia 20-21 con i cartoni animati dello Zecchino, Peppa Pig, Barbapapà. Si piazzano a seguire l'offerta pay della famiglia Berlusconi, Premium, al quinto posto; Rai 4 al sesto e Rai Movie all’ottavo. Pare invece, dati alla mano, che abbiano subito una grossa perdita i canali del servizio pubblico: emblematico, a riguardo, il caso di Rai Movie, che passa dai 118mila di dicembre ai 100mila di febbraio. Nel gruppo sat pay Sky+Fox i migliori risultati mensili sono stati raggiunti dallo sport e dall’informazione - Sky Sport 1 e Sky Tg 24 (per quest’ultimo complici le elezioni politiche) -che, rispettivamente, hanno registrato 55 e 53mila spettatori nel minuto medio. Di rilievo anche i successi ottenuti da Sky Uno, nell’ultima puntata di Masterchef2 del 21 febbraio seguita in fascia 22-23 da ben un milione di spettatori. (V.V. per NL)
02/04/2013 17:05
 
NOTIZIE CORRELATE
Non si placano gli animi dei giornalisti romani dipendenti di Mediaset, preoccupati per un ridimensionamento della sede del Tg5. Solo pochi giorni fa l’incontro tra i vertici del Biscione e i sindacati del settore sembrava aver fugato dubbi e timori circa un intervento sulla sede capitolina.
Tagli drastici al pacchetto calcio con l’obiettivo di ridurre le spese: questo l’intento annunciato da Piersilvio Berlusconi durante la presentazione delle linee di sviluppo della pay-tv relative all’anno 2020.
Si preannuncia un buon 2017 per le televisioni commerciali, o almeno così credono i due grandi broadcaster generalisti Rai e Mediaset, a giudicare i costi di listino che uno spazio pubblicitario medio richiede e che mostrano una crescita repentina, netta e stabile.
Dibattito acceso su una pagina Facebook dedicata agli operatori radiofonici dopo la pubblicazione di un sommario report dei dati d’ascolto delle web radio di RadioMediaset (polo radiofonico del Biscione cui fanno riferimento le emittenti nazionali Radio 105, Virgin e R 101) accessibili (fino a quel momento) su una sezione specifica del portale United Music, che gestisce il pool di web radio.
A volte ritornano. Sky punta ancora alla pay-tv di Mediaset: la relazione burrascosa tra il Biscione e Vivendi diventa terreno di conquista per il vecchio pretendente.