Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Auditel: ad ottobre Canale 5 batte Rai 1 e La7 scavalca Rete4. Bene TV8 di Sky

Un ottobre d’oro per Canale 5 che, con uno share nelle 24 ore del 16,80%, supera Rai 1 (15,8%) grazie ad alcune prime serate di successo (come il Grande Fratello Vip) e al palinsesto nella fascia pomeridiana.
Sulla rete pubblica ammiraglia funzionano le fiction come “L’allieva” e “I Medici”, ma rispetto al mese di settembre diminuisce di un oltre un punto il prime time. Non molto positivi i dati relativi a Rete 4 con uno share medio del 4,27% e in netta flessione anche nelle prime tre settimane di novembre (3,99%). La7 è la novità più importante perché non solo scavalca Rete 4, ma con un seguito di spettatori del 4,40% si avvicina molto a Italia 1 e fa registrare risultati importanti nell’orario serale 18-22.30. La neonata TV8 è cresciuta nel giro di un solo anno dallo 0,6% all’1,48% contribuendo all’incremento del gruppo Sky che si aggiudica circa l’8% di share. Per quanto riguarda le realtà minori, troviamo al di sotto del punto percentuale le emittenti televisive dedicate allo sport con TopCalcio24 (Mediapason) allo 0,1% e Sportitalia allo 0,09%. (M.R. per NL)
24/11/2016 16:41
 
NOTIZIE CORRELATE
Sembra quasi ieri che, da Fininvest, la linea ufficiale sull’affaire Vivendi era l’inesistenza di una “trattativa con il gruppo transalpino” (Vivendi) per risolvere la spinosa situazione venutasi a creare, in risposta ad alcune indiscrezioni non meglio precisate e pubblicate da Bloomberg.
Trovare fonti di ricavo: questo è l’obiettivo di Mediaset per il nuovo anno, stando a quanto si evince dalle linee guida di sviluppo presentate oggi, 18 gennaio, a Londra e pubblicate sulla sezione dedicata agli investitori del suo sito.
Il polo radiofonico del Biscione, RadioMediaset (che controlla le emittenti nazionali R101, Radio 105, Virgin Radio e GBR-Orbital), ha deciso di puntare soprattutto sulla rete principale, Radio 105, operando investimenti captive in promozione ed importanti travasi frequenziali.
Alla fine l'operazione tra Discovery e Radio Italia si è concretata, anche se non della direzione della concessione per la vendita degli spazi pubblicitari dell'emittente di Volanti (che si è invece riaccasata da Manzoni - Gruppo L'Espresso) o addirittura di una cessione di quote societarie, come si era parlato dalla primavera 2016.
Discovery chiude il 2016 con una raccolta pubblicitaria pari a 200 milioni di euro, in crescita del 14% circa rispetto all’anno precedente.