Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Varie
Il Consiglio di Amministrazione di EI Towers S.p.A. ha approvato i risultati consolidati dei primi nove mesi 2015. Nei primi nove mesi 2015 i ricavi caratteristici sono stati pari a €179,8 milioni, in crescita (+2,9%) rispetto al dato dello stesso periodo dell’anno precedente, pari a €174,8 milioni.
 
Francesca è una bambina di nove anni che presenta una regressione sul piano del comportamento alimentare e disturbi dell’apprendimento.
 
Giglio Group, il polo multimediale quotato sull'Aim Italia/Mercato Alternativo del Capitale (sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana), ha annunciato di avere acquisito il 100% di M-Three SatCom, società italiana che esercita attività di fornitura di servizi e soluzioni per il settore broadcast radiotelevisivo e che vanta tra i propri clienti i principali network televisivi e radiofonici italiani ed esteri.
 
Secondo le stime stilate dalla società di consulenza PricewaterhouseCoopers da qui al 2019 il settore intrattenimento e media conseguirà un incremento del 3,6% medio all’anno fino al 2019, arrivando a 34,8 mld di euro, parte derivanti dalla spesa degli utenti finali (27,7 mld, +4,6%), parte dalla pubblicità (7,1 mld, +0,2%).
 
Come ipotizzato, il mercato pubblicitario riduce la ripresa nel primo semestre 2015 e sconta una flessione del 2,8% rispetto allo stesso periodo 2014 (che però si contrae a -0,2% contando la porzione di web non monitorata - principalmente search e social).
 
Aggiornato con le ultime novità della legge professionale forense, il manuale si configura come uno strumento teorico-pratico per lo studio legale che desidera ampliare la propria cerchia di clienti, posizionarsi nel mercato forense e differenziarsi dalla concorrenza.
 
La pubblicità tricolore fa piccoli passi avanti: il 2015 secondo UPA dovrebbe chiudere a 1/2%. Le industrie ricominciano a investire: bene per l’automotive, la finanza, le assicurazioni e la cura della persona.
 
La Commissione della decima sessione del “C9″ (il consiglio dei nove cardinali che lavora con Papa Francesco alla riforma della Curia romana) presieduta da mons.
 
Se un investitore dovesse decidere dove mettere i propri soldi in ambiente mediatico italiano, in questo momento non avrebbe alcun dubbio: la radio.
 
Le aziende ormai non possono più fare a meno del digitale, sia come strumento di comunicazione interna ed esterna, sia per migliorare i processi produttivi, sia per vendere di più o in nuovi mercati.