Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Varie
Gli investimenti sul digitale frenano la flessione del mercato pubblicitario in Italia. Secondo i dati Nielsen, il mercato degli investimenti pubblicitari ha chiuso il 2014 in calo del 2,5% a 6,2 miliardi di euro con una perdita di 158 milioni di euro rispetto al 2013, che aveva invece accusato un tracollo del 12,3%.
 
Movie Media chiude il 2014 con una crescita del giro d’affari di circa il 5% rispetto al 2013 e rilancia il progetto di un’unica grande concessionaria nazionale dedicata alla raccolta pubblicitaria nei cinema.
 
Importante operazione nell'ambito del towering: il gruppo spagnolo Albertis Telecom si sarebbe aggiudicato la trattativa in esclusiva per l’acquisto di una quota del 90% della società titolare dei tralicci della telefonia (6.000 unità) messi in vendita da Wind.
 
Recuperato in extremis l'anno negli investimenti pubblicitari. Nielsen ha reso noti gli investimenti nel mercato pubblicitario in Italia nel periodo gennaio-novembre 2014, che registra un - 2,6%, segno negativo decisamente più accettabile rispetto alle fosche previsioni di giugno.
 
La nuova minaccia da cui dobbiamo pararci si chiama Wangiri e si fonda su una chiamata persa che può azzerare il credito sulla scheda del nostro cellulare.
 
L’investimento mondiale nel settore pubblicitario crescerà nel prossimo anno fino a sfiorare il 5%, arrivando a quota 536 md di dollari, leggermente al di sotto del 5,5% del 2014 dovuto al traino dei grandi eventi sportivi.
 
Daniela Santanché non perde l’occasione per rafforzare la sua alleanza negli affari con la famiglia del Cavaliere: dal 1° gennaio avrà nelle sue mani la concessione per la raccolta della pubblicità locale de Il Giornale di Paolo Berlusconi.
 
A seguito del positivo esito di un test condotto con alcune emittenti clienti in Lombardia, la struttura Consultmedia (collegata a questo periodico) ha concluso una convenzione multilaterale a favore dei propri assistiti nell’ambito del corporate barter.
 
Chiusura 2014 con il botto per il gruppo capitanato da Isabelle Harvie-Watt Clavarino: l’incremento del billing – ossia dei budget pubblicitari delle agenzie media – si attesterebbe attorno al +40%, a quota 347 mln di euro contro i 247 del 2013.
 
La Russia ha battezzato la nuova operazione mediatica che opererà via radio e online, mirata a combattere la propaganda occidentale. L’obiettivo per il 2015 sarà trasmettere in 30 lingue da 34 paesi, con 800 ore di programmi giornalieri.