Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Varie
Mercato caldo quello del towering: come rende noto l'agenzia Reuters, si appresta ad entrare nel vivo il processo per la cessione di parte delle torri di trasmissione di proprietà di Wind.
 
Il settore media e intrattenimento (E&M) in Italia passerà dai 31,5 mld del 2013 ai 36 mld entro i prossimi 4 anni: i ricavi digitali saranno pari al 44% del totale e svetterà la penetrazione dei dispositivi mobili.
 
L’offerta spagnola “risponde meglio agli obiettivi strategici e finanziari del gruppo, che intende divenire un gruppo industriale integrato orientato verso i media e i contenuti”, ha reso comunicato in una nota la francese Vivendi.
 
L'agenzia greca per le privatizzazioni (Taiped) prevede di incassare 300-380 milioni di euro entro marzo 2015 dalla vendita all'asta delle frequenze agli operatori di telefonia cellulare. Lo riferisce Kathimerini online.
 
“Se non vogliamo che l’Europa diventi solo un terreno di conquista per gli altri dobbiamo trovare in fretta una posizione comune sul mercato unico digitale, la direttiva Nis sulla sicurezza delle reti e la Net neutrality”.
 
Piscopo (Rai Pubblicità): "Gold 5? Nessun contatto. Per noi tempo di nuovi progetti per l’area web, forti del ritorno sulle properties Rai dei video su youtube".
 
“Riteniamo indispensabile portare a compimento l’iter degli atti per rafforzare il Mercato Unico Digitale Europeo. Il Governo italiano agirà da facilitatore tra gli altri Stati membri, per una visione comune nel settore delle telecomunicazioni e dell'innovazione tecnologica”.
 
L'evoluzione dei mezzi per l' ascolto musicale si e' di molto modificata nel corso del tempo. Forse l'inzio dell'ascolto da parte dei fruitori si potrebbe fare risalire ai canti dei menestrelli come pure a quelli dei cori religiosi.
 
Tecnologie che rispettano l’ambiente, migliorano la qualità della vita dei cittadini e fanno risparmiare fino al 60% sulle spese delle amministrazioni.
 
“Il 2014 non sarà l’anno della ripresa. Il rischio è che il mercato si deteriori in autunno; speriamo in un rimbalzo tecnico nel 2015, cavalcando l’Expo.