Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Web. A ottobre bene i siti delle tv battono i giornali

A ottobre i siti dei più importanti operatori televisivi hanno avuto un incremento di utenti giornalieri. Secondo i dati Audiweb, rispetto al mese di settembre c’è stato un +1,7% con 20,4 milioni di utenti connessi da mobile e 10,7 milioni da pc.
I siti Rai e Mediaset crescono rispettivamente del 15,3% e del 22,7%, mentre calano il sito di SkyTg24 (-9,7%) e di Sky Sport (-14,7%). In aumento anche La7 a +39,8%, Leitv (Rcs) a +10,8% e Fox a +65,6%. Continua il periodo altalenante invece, per i siti d’informazione e della carta stampata con il Corriere della sera e La Repubblica a -2,3%, Ansa a -2,6% e La Gazzetta dello sport in netto calo al -13,1%. Tra le poche eccezioni, ci sono il Giornale (+12,7% ), la Stampa (+7,2% ) e il Messaggero ( +2,5%). (M.R per NL)

16/12/2016 10:01
 
NOTIZIE CORRELATE
Google e Facebook fanno incetta di utenti online sulle loro piattaforme: si tratta di numeri da capogiro, con utenti, per il mese di dicembre dello scorso anno, intorno ai 34 milioni per il search engine e i 28 milioni per il social.
Il nuovo report firmato Audiweb e contenente le rilevazioni dell’audience digitale nel mese di dicembre 2016 rivela un cambiamento di abitudini in termini di navigazione: si evidenzia, infatti, una diminuzione delle connessioni da desktop (-11,2% nel giorno medio e -5% nel mese) e una crescita percentuale invece dell’accesso internet da mobile (+8,1% nel giorno medio e +15,3% nel mese).
Dopo il calo dello 0,7% nel 2015, il perimetro delle concessionarie FCP-Assointernet lascia per strada un altro 2,3% nel 2016 chiudendo a 457,7 milioni di euro.
Google non usa mezzi termini, soprattutto quando si tratta di tutelare la sua immagine dall’essere associati con le bufale online e, proprio per questo è arrivata, recentemente, la prima batosta al mondo delle fake news made in Italy; la compagnia di Mountain View, infatti, ha recentemente privato il noto blog complottista Byoblu, a cura di Claudio Messora, della possibilità di monetizzare i suoi contenuti con i banner di AdSense.
Secondo i dati Nielsen, nei primi 11 mesi del 2016 in Italia la raccolta pubblicitaria è cresciuta dell'1,7% rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente, ma se si prendono in considerazione anche i dati relativi a search e social, settori non monitorati nella ricerca, allora il risultato potrebbe essere vicino al +3,7%.