Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Web
In violazione con le norme del buon senso, oltre che della neutralità di rete, Agcom avanza, in seguito ad un’indagine conoscitiva, la proposta di imporre alle app di messaggistica un dazio da pagare agli operatori di rete, per il trasporto dei dati e l’utilizzo dei numeri di telefono.
 
Sembra proprio che tra i finanziatori del piano di Enel Open Fiber per la banda ultralarga, che potrebbe arrivare a valere 4 mld di euro, potremmo presto annoverare anche la Banca europea per gli investimenti.
 
"È vero ed emozionante il giudizio del presidente Pitruzzella sul Piano banda ultralarga come il processo di modernizzazione più importante nella storia del paese e assolutamente d'accordo con lui su una relazione molto profonda e sull'importanza dell'innovazione anche nelle telecomunicazioni: la presunta guerra tra Enel e Telecom é in realtá sana concorrenza.
 
Microsoft si appresta a comprare Linkedin. L'operazione è valutata in 26,2 miliardi di dollari. Lo riferisce il Wall Street Journal. L'accordo prevede che Microsoft paghi per il social media che mette in contatto professionisti 196 dollari ad azione.
 
Verizon, il gigante della banda larga e delle tlc Usa, punta dritto diritto verso Yahoo!. Sul piatto una succulente offerta da 3 mld di dollari per accaparrarsi le attività Internet del motore di ricerca.
 
Bruxelles discute sulla possibilità di tassare i contenuti degli ott trasmessi in Europa e imporre percentuali di contenuti locali proseguendo così nella sua politica anti-ott; nel frattempo, Netflix inizia a competere nell’ambito talk e Amazon si prepara a portare il suo servizio on demand in Francia.
 
Dopo la cessione del gruppo Banzai della divisione media a Mondadori (fatta eccezione per il Post e Giornalettismo) la compagnia di Paolo Ainio torna a concentrarsi solo sull’e-commerce lasciando il mercato pubblicitario.
 
Dopo i primi due mesi chiusi in positivi, il mer­cato pubblicitario torna a flettere. È quanto ha cer­tificato Fcp-Assointernet, che a marzo ha registrato un -1,4% per il comparto, con Web a -6,2%, Mobile a +135,4%, Tablet a +25,2% e Smart Tv/Console a +8%.
 
Dopo i primi due mesi chiusi in positivi, il mer­cato pubblicitario torna a flettere. È quanto ha cer­tificato Fcp-Assointernet, che a marzo ha registrato un -1,4% per il comparto, con Web a -6,2%, Mobile a +135,4%, Tablet a +25,2% e Smart Tv/Console a +8%.
 
Buone nuove per Vente Privée che si aggiudica Privalia, proseguendo senza sosta la sua crescita nel Vecchio continente.