Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Web
Maxi sequestro del Tribunale di Roma 152 siti web che diffondevano via internet servizi “piratati” che consentivano all’utente della rete di assistere gratuitamente alla visione di film o di eventi sportivi.
 
Continua a far discutere la questione dell’acquisizione di Time Warner da parte di At&t, un’operazione da oltre 100 miliardi di dollari e che promette di unire insieme i milioni di utenti dell’operatore telco con i contenuti pregiati e famosi in tutto il mondo di Time Warner.
 
La notizia è rilevante non solo per l'entità economica dell'operazione, ma anche per il segnale che essa manda al settore delle tlc e dei content provider radio e tv.
 
Nella giornata di venerdì il web è andato in tilt a causa di un attacco informatico di alcuni hacker, per ora non identificati, partito da diversi dispositivi smart infettati e diretto ai server della Dyn, una delle più grosse compagnie americane che si occupa di gestire una grossa fetta dei DNS della rete statunitense.
 
Yahoo! rischia di vedere una sostanziale riduzione del prezzo di vendita (se non l’annullamento dell’accordo) per buona parte dei suoi asset alla telco Verizon, a causa della massiccia sottrazione di dati da 500 milioni di account avvenuta nel 2014.
 
Dalla Guardia di Finanza controlli a tappeto anche sulle pagine di Facebook o di altri social network, dalle quali i militari potranno desumere tenori di vita e capacità d’acquisto che rivelano un’incompatibilità di fondo con quanto dichiarato e pagato all’erario.
 
L’alleanza tra Spotify e SoundCloud potrebbe ributtare l'Europa nella variegata corsa alla leadership tecnologica. Di questo è assolutamente convinto il Financial Times che, dopo aver rivelato che Spotify sarebbe sempre più vicina all’acquisizione di SoundCloud, sottolinea come la fusione darebbe vita a un colosso della musica digitale ben più grande di Apple Music.
 
Facebook nell’occhio del ciclone: sembra proprio che il social network abbia sovrastimato per ben due anni il tempo medio di visione delle pubblicità video sulla piattaforma.
 
Su oltre trecento dispositivi elettronici connessi a Internet - come orologi e braccialetti intelligenti, contatori elettronici e termostati di ultima generazione - più del 60% non ha superato l'esame dei Garanti della privacy di 26 Paesi.
 
Con l’arrivo di settembre, Amazon è pronta a lanciare un nuovo servizio di musica in streaming da ascoltare senza limiti e senza pubblicità, sul modello dei collaudatissimi Spotify e Apple Music, per citare i due maggiori concorrenti.