Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Raccolta Editoriali
Il compito delle autorità indipendenti è quello di vigilare sul rispetto delle regole dei propri settori. Ma, tra tali organismi, in Italia c’è chi piantona e chi, invece, sonnecchia.
 
"Il dipendente in diretto rapporto con il pubblico presta adeguata attenzione alle domande di ciascuno e fornisce le spiegazioni che gli siano richieste in ordine al comportamento proprio e di altri dipendenti dell'ufficio.
 
I grandi operatori della tv tradizionale hanno da tempo compreso che il futuro televisivo è sul web. IP Tv, Web Tv, Tv on demand, sono i modelli che s'imporranno di qui al prossimo quinquennio.
 
Non che da un governo che ha tanto a cuore l’interesse dei cittadini da graziarli dalla condanna di un’aguzza e straziante informazione libera e indipendente ci si dovesse aspettare un'uscita migliore.
 
Ma che fine hanno fatto i tavoli tecnici propedeutici all’assegnazione delle frequenze alle tv locali per lo switch-off analogico/digitale che da metà settembre interesserà il Nord Italia?
 
Dal 1° aprile 2010 (e chiariamo subito che non sarà un “pesce”) le emittenti locali vedranno allentata la morsa del regolatore sulla loro attività e potranno aspirare a contributi per l’evoluzione tecnologica.
 
Vogliamo tirare le somme di questa prima settimana di protesta da parte delle radio e televisioni locali contro la decisione del governo di privarle delle cd. “provvidenze per l’editoria”?
 
La disgraziata risoluzione del Governo Berlusconi di strappare, con un blitz degno della più bassa scienza politica, alle radio e tv locali un’essenziale contribuzione dà la misura di quanto sia alla deriva la maggioranza, ormai incapace di ragionare sugli effetti di decisioni pasticciate e schizofreniche.
 
Che sta succedendo all’Agcom? L’autorità presieduta da Corrado Calabrò sembra incapace di intervenire nel settore televisivo su una questione tanto importante qual è quella del logical channel numbering (LCN).
 
Ci sono essenzialmente due ragioni alla base della moria dei siti d’informazione (nel senso più ampio del termine) e dei blog news oriented.