Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Raccolta Editoriali
«L’avvio delle procedure di rottamazione delle frequenze interferenti con gli stati esteri confinanti è in notevole ritardo rispetto ai tempi previsti dalla legge. Ci auguriamo che ciò non dipenda anche da un ripensamento dei criteri di pianificazione delle frequenze da parte di Agcom».
 
Auguri DAB! Quest’anno sono trent’anni da quando è stato presentato il digital audio broadcasting: tre decenni di presa per il K (d’antenna), visti i riscontri sostanziali nel nostro paese.
 
La notizia della settimana è l’entrata di Mediaset nel principale gruppo radiofonico privato italiano: Finelco, la holding milanese che controlla le emittenti nazionali Radio 105, RMC e Virgin Radio.
 
Si è conclusa la gara per l’assegnazione delle frequenze a 1,5 GHz (banda L) per il potenziamento dell’accesso al web in mobilità. A fronte di due domande pervenute, lo Stato ha incassato 462 mln di euro.
 
C’è una tv regionale lombarda che trasmette quotidianamente e per una apprezzabile quota del palinsesto, una collazione di video, più o meno amatoriali, presenti su You Tube.
 
Negli anni ’70 e ’80 il nord era una meta imprescindibile per chi faceva o voleva fare televisione nel sud Italia.
 
Se è vero che gli USA sono lo specchio del nostro incipiente futuro, i broadcaster tv nostrani dovrebbero fare alcune meditazioni su quanto segue.
 
Antonio Ricci (quello di Striscia la notizia) sarebbe stato sedotto dalla radio. Ma siccome non è uomo da mezze misure, se matrimonio s’ha da fare, dev’esser magnifico.
 
L’Agcom ha avviato una consultazione pubblica sullo schema di provvedimento recante le modalità e le condizioni economiche per la cessione della capacità trasmissiva delle tv locali.
 

Crescita nella raccolta pubblicitaria, addirittura a doppia cifra, nel mese di giugno per Radio RAI.