Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Agcom e Università per la banda ultra larga. 1° Workshop di Coordinamento del Programma di Ricerca “Infrastrutture e Servizi a Banda larga e Ultra Larga”

Il giorno 20 marzo 2009 si è svolto a Roma, il 1° Workshop di Coordinamento del Programma di Ricerca “Infrastrutture e Servizi a Banda larga e Ultra Larga”, promosso dalla Direzione studi, ricerca e formazione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con la collaborazione di alcuni dei principali Atenei italiani.

Il Programma, del valore di 700.000,00 euro, si articola su 3 Progetti (Tecnologico, Economico e Giuridico) e 14 sottoprogetti (Work Packages) da completare nel corso del corrente anno 2009, con l’obiettivo di porre le basi per un presidio permanente dell’Autorità sulle tematiche tecnologiche, normative, economiche, relative agli aspetti infrastrutturali delle Reti di Nuova Generazione a banda larga e ultra larga, al fine di ottenere risultati utili alla promozione e allo sviluppo delle reti NGN, a vantaggio dell’intera collettività. Erano presenti in qualità di Coordinatori e componenti dei gruppi di ricerca i più importanti accademici della materia, in rappresentanza delle università coinvolte nel progetto: La Sapienza di Roma, l’Università Federico II di Napoli, l’Università di Roma Tor Vergata, il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano, l’Università di Siena, l’Università Roma Tre, l’Imperial College di Londra, l’Università Bocconi di Milano, l’Università di Cagliari, la Luiss di Roma. All’iniziativa, aperta dall’indirizzo di saluto del Presidente dell’Autorità Corrado Calabrò, e chiusa dai Commissari dell’AGCOM Nicola D’Angelo e Stefano Mannoni, hanno partecipato anche i principali Operatori del settore. L’incontro, oltre a presentare la struttura organizzativa e le scelte di impostazione del Programma, ha illustrato lo stato di avanzamento dei lavori, raccogliendo commenti e suggerimenti degli Operatori presenti, al fine di arricchire la discussione tra i Ricercatori impegnati nel Programma attraverso l’approfondimento delle tematiche da sviluppare.

24/04/2009 16:30
 
NOTIZIE CORRELATE
Agcom diffida Wind e Tre (recentemente fusesi in un’unica società) dal consentire agli utenti l’utilizzo di due servizi streaming di proprietà senza consumare il traffico dati previsto dal piano di abbonamento.
Ai fini del versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2017 attraverso la delibera in titolo adottati i seguenti documenti, che costituiscono parte integrante e sostanziale della delibera in parola: a) modello telematico “Contributo SCM – anno 2017”, di cui all’art. 4, comma 1, della delibera n. 463/16/CONS (allegato A alla delibera in oggetto); b) “Istruzioni per il versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2017 dai soggetti che operano nel settore delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media” (allegato B alla delibera in oggetto).
“L’operazione condotta dalle Unità speciali della Guardia di Finanza che ha portato all’oscuramento di 41 siti web che consentivano la visione illecita di film e eventi sportivi in violazione del diritto d’autore, rappresenta un importante colpo inferto alla pirateria on line”.
Attraverso il provvedimento in titolo l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha fissato le misure della contribuzione dovute per l’anno 2017 dai soggetti operanti nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi di media, nonché le modalità di versamento e il modello telematico per la dichiarazione dei dati (che sarà pubblicato con successivo provvedimento).
L'Agcom ha dato conto delle modifiche apportate alla delibera n. 666/08/CONS a seguito dell’entrata in vigore della legge 232/2016.