Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Audiradio 3° bimestre 2009: l'analisi
Con la pubblicazione del terzo bimestre, il 2009 di Audiradio conclude la prima metà di un anno al centro di diverse novità, tra l'introduzione del panel e la modifica dell'indagine telefonica. Soltanto da quest'ultima, tuttavia, deriva il risultato del giorno medio ieri che, anche nei mesi di maggio e giugno, ha serbato interessanti novità, sia per quanto riguarda il numero complessivo degli ascolti (scesi da 39.284.000 a 38.881.000), sia per i cambiamenti degli equilibri tra le emittenti nazionali. L'exploit del mese è dato sicuramente da Virgin, la terza (ormai seconda) rete del gruppo Finelco che sfiora i due milioni, superando R 101 e distanziando nettamente RMC, Capital e m2o. Andando per ordine, tuttavia, spicca Radio1, sempre al vertice - ma gradualmente in calo - con 6.061.000 contatti quotidiani e la perdita di 240.000 contatti in due mesi. Torna seconda RTL 102.5 (5.183.000, +29.000) che resiste ad un'altrettanto crescente RDS (5.073.000, +71.000), e distanziando discretamente Radio Deejay (4.903.000, -272.000). La discesa del network diretto da Linus ne riduce la distanza da Radio 105, anch'essa tuttavia in deficit di ascolti (4.312.000, -209.000). Perdono colpi pure Radio2 e Radio Italia, rispettivamente sesta e settimana con 3.736.000 (-224.000) e 3.577.000 (-220.000). Radio Kiss Kiss mantiene il proprio piazzamento sopra i due milioni (sono esattamente 2.316.000, -22.000) ed è l'unica a farlo, a discapito di R101 e Radio 24 che scendono sotto la cosiddetta "soglia psicologica". Meglio di loro, peraltro, fa Virgin Radio. Come già anticipato, l'emittente rock del gruppo Finelco continua a conquistare il pubblico italiano, arrivando a 1.948.000 contatti quotidiani e crescendo di ben 120.000 unità. Conclude la top ten il network Monradio, ora a quota 1.939.000 (-166.000). Pressochè stabile Radio3 con 1.856.000 (+6.000), mentre subisce forti rallentamenti Radio 24 (1.753.000, -265.000), riducendo sensibilmente la distanza da Radio Monte Carlo (1.633.000, -20.000). Boccata d'ossigeno, in quattordicesima posizione, per Radio Capital che risale dopo una serie di risultati critici (1.535.000, + 64.000), mentre perde quota Radio Maria, storicamente una delle emittenti più stabili in Audiradio, che si colloca improvvisamente al numero 15 tra le nazionali con 1.483.000 (-270.000). Bilancio negativo anche per m2o (1.284.000, -26.000), a differenza di Isoradio che - come in ogni periodo estivo - ottiene qualche consenso in più (l'ultimo dato le assegna 1.002.000 contatti con un +70.000). A chiudere la classifica, le "abituali" Radio Radicale (421.000, -56.000) ed un quasi invisibile Notturno Italiano (98.000, -12.000). Le rilevazioni del quarto bimestre, attualmente in corso, termineranno il 31 luglio. A seguire, dopo la pausa estiva, Audiradio tornerà operativa da sabato 12 settembre, abbinando al questionario telefonico, la seconda indagine tramite panel-diari. (Nicola Franceschini per NL)
20/07/2009 16:14
 

Scommetto che al prossimo giro, Dee Jay tornerà prima

Al massimo seconda. Sembra che, come avete giustamente fatto notare anche voi, da oltre un anno c'è un continuo avvicendamento alle prime posizioni del solito trio (RTL, Deejay, RDS). Segno che, in realtà, i prodotti sono simili, la qualità è alta e la diffusione anche. Per consolidare la propria posizione in maniera netta, uno dei tre dovrebbe veramente tirare fuori il coniglio dal cilindro. Difficile un vero colpo di scena sui contenuti: tutti i soggetti hanno già palinsesti di grande interesse ed inserire qualche nome di spicco in più difficilmente altererebbe gli equilibri. Forse si potrebbe giocare sulla promozione, ma mi sembrano tutti già sovraesposti. Ci sarebbe la carta della diffusione, ma, anche in questo caso, sono tutti ben dotati e alla lunga moltiplicare gli spazi occupati in FM non so se porterà grandi risultati (a fronte di un dispendio enorme di risorse economiche). Allora la soluzione è forse quella di aumentare la presenza su strumenti emergenti, come il web. Ma è una strada lunga e complessa.
NOTIZIE CORRELATE
Pubblicati i dati risultanti dalle rilevazioni sugli ascolti radiofonici di Radio Monitor by Eurisko (ultima tornata in attesa della successione della Tavolo Editori Radiofonici srl nell'indagine) e relativi al secondo semestre 2016, dai quali spicca il dato riguardante le emittenti Mediaset: il Biscione arriva a controllare un quarto degli ascolti radiofonici nel giorno medio (attraverso le emittenti di proprietà R101, Virgin Radio e Radio 105 e senza considerare quelle commercializzate: Radio Kiss Kiss, RMC, Subasio e Norba), confermando le preoccupazioni della concorrenza (in particolare di Linus, direttore di Radio Dee Jay).
Le emittenti radiofoniche interessate stanno ricevendo in questi giorni il modulo d'adesione alla prima indagine sull'ascolto radiofonico italiano gestita dalla milanese TER - Tavolo Editori Radiofonici srl, la nuova società di diritto privato che si occuperà della raccolta e dell'elaborazione sull'audiance del medium.
Giglio Group (Aim Italia-Ticker GGTV), prima società di e-commerce 4.0, annuncia tre nuovi importanti accordi siglati a livello nazionale nell’ambito Broadcast &Telco, per il prossimo triennio.
RTL 102.5 registra, nel 2016, una raccolta pubblicitaria pari a 54 milioni di euro, in leggera flessione sul 2015, ma a fronte di previsione più fosche (si stimava un -10% su un anno che era andato molto bene anche grazie alle Olimpiadi di Rio), il consuntivo è decisamente positivo.
La TER (Tavolo Editori Radio srl) ha assegnato l’indagine sugli ascolti radiofonici in Italia nel 2017 ad Ipsos e GfK Eurisko che si distribuiranno equamente l’incarico, mentre ad un terzo ente ancora da definire verrà affidata l’attività di controllo.