Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Corte costituzionale sentenza 173/2009: la segretezza delle intercettazioni oggi non è garantita dagli Uffici giudiziari

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

11/06/2009 22:03
 
NOTIZIE CORRELATE
La Corte costituzionale (Presidente Criscuolo, relatore Amato), con sentenza n. 210/2015 depositata il 29 ottobre u.s., si è pronunciata sul giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 38, comma 5 del D.lgs n. 177/2005 (Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici), sostituito dall’art. 12 del D.lgs n. 44/2010, promosso dal Tar del Lazio con ordinanza del 17 febbraio 2014.
La Corte Costituzionale, con sentenza n. 47/20015 del 10/02/2015 si è pronunciata nel giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 14 della legge della Regione Piemonte 03/08/2004, n. 19 (Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici), promosso dal Tribunale ordinario di Torino nel procedimento vertente tra la Elettronica industriale spa e il Comune di Torino ed altra, con ordinanza del 14/12/2012.
"Le scrivo in relazione al disegno di legge governativo AC 2798, e, in particolare, ai criteri di delega per il rafforzamento delle garanzie di riservatezza nell'ambito della disciplina delle intercettazioni".
Gli Stati sono tenuti ad adottare adeguate misure per garantire una sicura custodia delle intercettazioni telefoniche depositate in un fascicolo processuale.
Si complica ulteriormente la posizione del gruppo Murdoch: Scotland Yard ha scoperto che le intercettazioni illegali fatte per conto del domenicale News of the World sono state almeno 2000 in più di quanto si era pensato finora.