Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Crisi dell'editoria: il Financial Times propone di ridurre l'orario di lavoro, tre giorni la settimana
(Franco Abruzzo.it) - Il Financial Times, impegnato a tagliare le spese in tempo di crisi, ha proposto ai propri dipendenti una gamma di opzioni per ridurre l'orario di lavoro, compresa una settimana lavorativa di tre giorni durante i mesi estivi. Lo riferiscono le edizioni online dei principali media britannici. ''Abbiamo dato ai nostri dipendenti tre opzioni, tutte volontarie'', ha riferito un portavoce del gruppo dopo la pubblicazione, da parte del Guardian, di un documento interno dell'azienda. ''La prima possibilita' e' quella di estendere le proprie ferie annuali ricevendo il 30% dello stipendio - ha spiegato il portavoce - la seconda e' quella di lavorare tre o quattro giorni a settimana tra giugno e agosto. La terza e' quella di acquistare fino a sette giorni di ferie annuali''. Secondo il portavoce, le misure rientrano nei piani della compagnia per rispondere positivamente ''ai cambiamenti del mercato''. Il mese scorso Ft ha tagliato 80 posti di lavoro: il settore dell'editoria e' stato severamente colpito dalla flessione della pubblicita' a causa delle crisi economica. (ANSA) 
24/02/2009 11:37
 
NOTIZIE CORRELATE
Torna a calare il dato della diffusione della stampa, sia cartacea che digitale, tra i lettori italiani: l’indagine Audipress 2016/III segnala una contrazione dell’1,4%, dato che sconfina rispetto alle previsioni del trend comunque negativo, ancorché più moderato.
Secondo l’ultima ricerca Nielsen, nel 2016 il mercato pubblicitario italiano del settore dei media/telecomunicazioni ha fatto registrare un aumento del 3,6% rispetto all’anno precedente per una raccolta complessiva pari a 8,2 mld di euro.
Poche ore dopo aver ufficializzato la volontà di vendere Ft Group, il gruppo inglese Pearson ha fatto sapere di aver chiuso le trattative: l’acquirente è Nikkei, uno dei maggiori gruppi editoriali del paese nipponico.
“Da azionista ho le preoccupazioni di tutti, abbiamo visto la situazione del Corriere… Ma Mondadori non ha i debiti di Rcs e non deve vendere periodici come ha fatto il Corriere, ma è un momento di crisi preoccupante”.
«Il Financial Times Deutschland è prossimo alla chiusura». È quanto ha reso noto il sito dello stesso autorevole quotidiano economico tedesco oggi pomeriggio, confermando le voci in proposito con un articolo che riporta alcuni dei molti messaggi di solidarietà giunti in redazione.