Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Digitale in Trentino. Conclusa la transizione in Val Rendena. Per la Provincia tutto bene. Ma...
Secondo la Provincia Autonoma di Trento la Val Rendena avrebbe chiuso "con un bilancio positivo la giornata della televisione digitale" e le reti nazionali avrebbero garantito la copertura totale, seguite dalle due emittenti locali Tca ed Rttr.
Ma, a leggere il bollettino, la situazione pare diversa. Alle ore 17.00 di ieri la situazione, secondo gli organi di governo locali (che, a differenza di quanto avvenuto in Piemonte, stanno fornendo un efficace servizio di aggiornamento), era la seguente. La televisione di Stato aveva acceso tutti gli impianti, garantendo così la copertura dell'analogico, ovvero il 100 per cento della popolazione e delle strutture alberghiere dell'area Madonnna di Campiglio e Pinzolo. Mediaset - sempre secondo quanto comunicato dalla Provincia - viveva una identica situazione alla Rai, avendo in funzione tutti gli impianti, con una copertura identica all'analogico. La 7, alle 17.00 di ieri, aveva acceso regolarmente tutti gli impianti, tranne Dos del Sabion che per problemi tecnici funzionava in maniera non ottimale. Restano pertanto esclusi dalla copertura della tv di Telecom Italia parte di Madonna di Campiglio, parte di S.Antonio di Mavignola e parte di Villa Rendeva. La Provincia non ha fornito invece nessuna informazione sulle altre reti nazionali. Sul fronte della locali, RTTR aveva attivato tutti, gli impianti tranne quello dello Spinale. L'attuale copertura si estende su tutti i Comuni della Rendena e restano escluse alcune zone di Campiglio e di passo Campo Carlomagno. Per TCA alla Provincia risultavano tutti gli impianti attivi con la stessa copertura dell'analogico. Oscurata invece la ricezione di Canale Italia, Telepace, Rete Brescia e Teletutto. Di qui a concludere per un bilancio positivo, non ce ne voglia la Provincia di Trento - che pure, come detto, sta fornendo un buon servizio informativo, pari a quello della Val d'Aosta e (per fortuna) ben diverso da quello disastroso del Piemonte - ce ne corre...
17/10/2009 08:39
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).