Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Digitale terrestre: CNT denuncia accordo di spartizione canali tra i big player e pubblica elenco
"Circola tra gli addetti ai lavori un elenco riservato di canali che verrebbero assegnati alle emittenti nazionali per il digitale terrestre, si tratterebbe dei canali destinati al famoso S.F.N. (single frequency network) cioè la frequenza isocanale che ogni rete nazionale dovrebbe utilizzare in tutta Italia (...)", denuncia l'associazione di tv locali e nazionali indipendenti CNT-Terzo Polo Digitale, che pubblica l'elenco dei canali "spartiti" sul proprio bollettino settimanale. Continua l'associazione di Costantino Federico: "Ciò non è stato ovviamente concordato con le altre emittenti. Retecapri, infatti, venuta a conoscenza dell’elenco, ha preannunciato una serie di iniziative compresi esposti e denunce all’Autorità Giudiziaria, all’Agcom all’Antitrust e al Ministero per lo Sviluppo Economico - Comunicazioni". Conclude il sindacato che ha il network del Sud come associato di spicco: "Retecapri ritiene inaccettabile queste spartizioni delle frequenze evidentemente con il tacito consenso degli organi di controllo".
21/07/2009 08:04
 
NOTIZIE CORRELATE
“Siamo delusi dall’intervento del Direttore Generale in Commissione Parlamentare di Vigilanza sul tema della Convezione di Servizio Pubblico. Ci saremmo aspettati un intervento con dati alla mano: entrate 2016, previsione entrate 2017 e 2018 e relativo progetto industriale”.
Intrattenimento in day time e talk show incentrati su casi di cronaca? Il direttore generare Rai Antonio Campo Dall’Orto potrebbe dire “Non parliamone più”, parafrasando il titolo della trasmissione di Rai Uno (Parliamone sabato) recentemente chiusa per le polemiche su uno dei suoi approfondimenti.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).