Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Digitale terrestre, numeri LCN, FRT: "Nuovo Far West radioelettrico"
In sostanziale adesione col contenuto del nostro editoriale di questa settimana, la Federazione Radio Televisioni, rileva non solo la persistenza, ma anche l'aggravarsi del problema delle numerazioni LCN.
Scrive infatti la FRT nel proprio bollettino settimanale: "Purtroppo dobbiamo registrare che anche in Piemonte continua il problema causato dal meccanismo di numerazione automatica dei canali “LCN” che rischia, ogni giorno di più, se non risolto, di far perdere alle tv locali il posizionamento conseguito negli anni nella preselezione del telecomando, causando il ritorno ad una situazione di vero e proprio “Far West” radioelettrico. L’Associazione tv locali della FRT ha già più volte chiesto l’intervento dell’Agcom al fine di individuare una soluzione condivisa e, nel contempo, si sta adoperando in ogni sede per risolvere la problematica fonte di gravi disagi sia per le tv locali, che per l’utenza".
 
12/10/2009 21:25
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.