Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Digitale terrestre, switch-off Alto Adige: domani si parte con Bolzano, Laives e Bassa Atesina
Il vecchio sistema analogico viene definitivamente abbandonato e per vedere la TV sarà necessario un ricevitore DVB-T. La Provincia Autonoma di Bolzano, che tenta di eguagliare e magari superare l'eccellento servizio di aggiornamento online sulla migrazione offerto dalla Provincia Autonoma di Trento (che possiamo dire aver raggiunto gli ottimi livelli dell'informazione della Regione Valle d'Aosta), informa oggi che "I tecnici di tutte le emittenti nazionali e private stanno ultimando i lavori sui ripetitori in quota per installare le strumentazioni adatte al digitale e assicurare da domani la massima copertura del territorio. Un’operazione di digitalizzazione non semplice, considerata l’orografia dell’Alto Adige. I gestori sono la RAS (per i canali esteri), RAI, Mediaset, Telecom Italia Media, All-Music, D-Free, Rosengarten Spa, TCA, RTTR, Antenna 3 Nordest, Canale Italia, Italia 7, La 9, Tele Campione, Telenuovo, Telepace." "Ma anche i cittadini devono attivarsi: in vista dello spegnimento delle trasmissioni con l’attuale sistema analogico e quindi del “vecchio” televisore, devono infatti dotarsi del decoder, se non hanno già un televisore con decoder integrato, e collegarlo alla televisione. Non basta però collegare il decoder: dopo il passaggio al digitale l’utente deve comunque reinstallare i canali del suo televisore con il telecomando. Nel giorno dello switch-off, anche chi già utilizza il digitale deve cancellare i programmi e risintonizzarli ex novo. Tutte le TV, infatti, cambiano le frequenze e su quelle vecchie non si potranno più vedere. Reinstallare i canali è un’operazione non velocissima e quindi va fatta per tempo", spiega la Provincia. Per i cittadini che vogliono avere ogni chiarimento sul passaggio alla TV digitale è stato attivato un numero verde del Ministero. Si tratta di un call center gratuito al numero 800.022.000, che offre informazioni su come fare per continuare a vedere i canali e ogni supporto nelle modalità di sintonizzazione dei decoder. Per le informazioni la RAI ha attivato a Bolzano i numeri 0471-902444 o 902445. Disponibile per il cittadini anche il contatto con la RAS al numero 0471 546666. Informazioni, indicazioni e spiegazioni anche sul sito web della Rete civica all’indirizzo della Provincia www.provincia.bz.it/digitale-terrestre o della RAS www.ras.bz.it
27/10/2009 17:09
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).