Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT Lazio, RAI: switch-off senza problemi
"Le operazioni per il passaggio delle reti Rai dal sistema analogico al digitale terrestre nel Lazio, cominciate stamattina, sono state concluse positivamente, da parte di Rai Way, entro i tempi previsti e con successo".
Così recita il comunicato della concessionaria pubblica che continua spiegando che "In particolare gli impianti Rai di Monte Mario e di Monte Cavo che irradiano sulla città di Roma sono stati attivati entro le ore 6.30, compresa la variazione in tutte le aree di switch off della numerazione automatica dei canali (LCN). I 23 ripetitori collegati sono stati attivati entro le ore 10". "La Rai sta monitorando le aree che possono essere oggetto di interferenze dovute ai segnali di alcuni operatori privati" spiegano da Via Mazzini, precisando che "Dalle prime informazioni che sono giunte ai call center del ministero e di Rai Way la maggior parte delle telefonate sono di richiesta informazioni, con particolare riguardo alla necessaria risintonizzazione da parte dei telespettatori dei decoder e dei televisori con decoder integrato".
 
16/11/2009 22:11
 
NOTIZIE CORRELATE
“Siamo delusi dall’intervento del Direttore Generale in Commissione Parlamentare di Vigilanza sul tema della Convezione di Servizio Pubblico. Ci saremmo aspettati un intervento con dati alla mano: entrate 2016, previsione entrate 2017 e 2018 e relativo progetto industriale”.
Intrattenimento in day time e talk show incentrati su casi di cronaca? Il direttore generare Rai Antonio Campo Dall’Orto potrebbe dire “Non parliamone più”, parafrasando il titolo della trasmissione di Rai Uno (Parliamone sabato) recentemente chiusa per le polemiche su uno dei suoi approfondimenti.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
“Il ministero dello Sviluppo Economico assegna alla concessionaria la capacità trasmissiva necessaria”: questo è quanto si legge, secondo Repubblica, all’articolo 7 della bozza di provvedimento in studio al Consiglio dei Ministri per la concessione del servizio pubblico alla RAI.