Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT. Retecapri impegnata per l’assegnazione del secondo mux digitale
Riceviamo e pubblichiamo da Retecapri, emittente nazionale indipendente che trasmette dall'isola di Capri: "Retecapri prede atto che, nel corso delle varie pianificazioni per il passaggio al digitale terrestre (DTT), gli verrebbe assegnata una sola frequenza (multiplex) mentre a Rai e Mediaset sei, a Telecom Italia Media tre ed a Rete A due. Retecapri aveva già contestato duramente quanto stabilito dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) con la delibera del 7 aprile 2009 che avviava il percorso per il definitivo al digitale terrestre. In tema di tutela del pluralismo e della libera concorrenza, dunque, (elementi su cui la Commissione Europea ha espressamente richiesto al nostro paese un deciso adeguamento al diritto comunitario), la prospettiva si fa preoccupante. In tal contesto, Retecapri intende precisare che già opera con due multiplex (denominati Alfa e Omega) e pertanto l’assegnazione al minimo dovrà riguardare i due mux. Del resto, già in Sardegna sono operative le frequenze per due multiplex in digitale, rispettivamente sui canali 58 e 62. Analoga richiesta per due SFN è stata avanzata in Val D’Aosta, nel Piemonte orientale e in Trentino Alto Adige. Come rete nazionale, peraltro operante dal 1981, addirittura prima delle reti Mediaset, Retecapri ha diritto a due frequenze SFN per alimentare i suoi due multiplex poiché è impensabile che in alcune regioni operi con due multiplex ed in altre con uno. Sul punto, quindi, Retecapri rende noto che sono in corso le opportune iniziative in tutte le sedi ritenute opportune per l’assegnazione di frequenze come richiesto e secondo le legittime aspettative".
 
20/04/2009 15:40
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Andrà a Mediaset il canale 20, fino ad oggi in mano a Retecapri e che, come già segnalato nelle scorse settimane su questo periodico, era prossimo ad una vendita verso non meglio identificati acquirenti.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).