Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, Sardegna. A Carbonia cattiva ricezione del digitale terrestre e il sindaco chiede la sospensione del pagamento del canone Rai
Non hanno del tutto soddisfatto le risposte fornite dalla Rai al sindaco di Carbonia sulla cattiva ricezione del segnale digitale terrestre delle tre reti pubbliche. Cosi' Salvatore Cherchi rinnova la proposta all'azienda di sospendere il pagamento del canone per tutto il periodo della sperimentazione. L'amministrazione comunale sottolinea come i cittadini di Carbonia e l'Adiconsum, lamentino 'il carattere di precarieta' del servizio televisivo pubblico per il quale e' corrisposto il canone'. Il Comune chiede quindi 'l'adozione degli interventi tecnici necessari per assicurare la qualita' del servizio che non puo' essere ottenuta con la sola sintonizzazione dei decoder sulla banda Vhf, come proposto dalla Rai'. Secondo l'azienda, solo una piccola parte del comune di Carbonia, impossibilitata a ricevere il segnale dall'impianto di Sant'Antioco, deve sintonizzarsi sul canale 9 (banda Vhf) puntando l'antenna verso l'impianto di Carbonia.
 
02/04/2009 14:05
 
NOTIZIE CORRELATE
A partire dal 01/01/2017 sul territorio nazionale non possono più essere venduti televisori con le vecchie codifiche DVB-T/MPEG2 o MPEG4.
L’assessorato della Pubblica Istruzione ha pubblicato le risultanze dell’istruttoria relativa alle richieste di contributo a sostegno delle emittenti radiofoniche private e locali per la trasmissione di notiziari e programmi informativi di approfondimento in lingua sarda, con l'elenco delle emittenti ammesse ed escluse.
A conclusione della procedura avviata con il decreto 23/01/2012 il Ministero ha adottato la Determina direttoriale del 30/09/2016 con la quale vengono rideterminati gli importi per le misure economiche di natura compensativa e per gli indennizzi da attribuire agli operatori di rete televisivi in ambito locale a seguito della liberazione delle frequenze della banda “790-862 MHz”.
L'estate vede nascere a sorpresa (visto il momento di crisi) nuove emittenti radiotelevisive locali in FM e sul DTT. Sul lato radiofonico, sull'appennino bolognese è nata Radio Fresh, con sede a Castiglione dei Pepoli.
Per favorire la diffusione della lingua sarda attraverso i media, la Regione ha deliberato oggi, su proposta dell'assessore della Cultura Claudia Firino, di sostenere le emittenti radiofoniche con un contributo di 400mila euro per il 2016.