Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria. L'Unità, Gunther group: pronti 30 milioni per il salvataggio
Trenta milioni per salvare l'Unità: li metterebbe Maurizio Mian attraverso il Gunther group, la fondazione che porta il nome di un pastore tedesco che - si dice - in passato avrebbe ereditato una fortuna. Il Gunther group fa riferimento alla famiglia Mian-Gentili, che da anni opera nel settore dei farmaci. Maurizio Mian, fino a pochi mesi fa, era stato azionista del quotidiano fondato da Antonio Gramsci. L'interesse di Mian per l' Unità è stato rivelato da Il Tirreno in edicola oggi. L' imprenditore non conferma, ma fonti vicino al Gunther group dicono che la notizia è fondata. «Posso solo dire che è immutato l'affetto nei confronti del giornale - ha detto Mian a Il Tirreno - e che vivo con amarezza le sue attuali difficoltà». Il Gunther group, che ha sede a Nassau (Bahamas), nel maggio del 2003 acquisì il 20% delle quote della Nie, la società che controlla l'Unità. La fondazione, che opera in Europa e in Usa tra l'altro con produzioni cinematografiche e televisive, editoria, moda e ricerca farmacologica, divenne famosa nei primi anni Novanta quando si sparse la voce che avesse ereditato 128 miliardi di lire lasciati da una contessa ad un cane, il pastore tedesco Gunther. Tra gli acquisti più scintillanti del Gunther group c'è la villa di Madonna a Miami, pagata 7.5 milioni di dollari, ma la fondazione ha operato anche nello sport, con l'acquisto del Pisa calcio, avvenuto nel 2002 e ceduto dopo tre anni dopo aver sfiorato la promozione in serie B. (ANSA).
14/03/2009 19:11
 
NOTIZIE CORRELATE
Torna a calare il dato della diffusione della stampa, sia cartacea che digitale, tra i lettori italiani: l’indagine Audipress 2016/III segnala una contrazione dell’1,4%, dato che sconfina rispetto alle previsioni del trend comunque negativo, ancorché più moderato.
Secondo l’ultima ricerca Nielsen, nel 2016 il mercato pubblicitario italiano del settore dei media/telecomunicazioni ha fatto registrare un aumento del 3,6% rispetto all’anno precedente per una raccolta complessiva pari a 8,2 mld di euro.
10 milioni per riportare a galla L'Unità: è stata formalizzata la scorsa settimana l'offerta di acquisto formulata dall'editore, d'intesa con il Pd, al fine di consentire la ripresa delle pubblicazioni entro fine anno.
“Da azionista ho le preoccupazioni di tutti, abbiamo visto la situazione del Corriere… Ma Mondadori non ha i debiti di Rcs e non deve vendere periodici come ha fatto il Corriere, ma è un momento di crisi preoccupante”.
I tablet pc come l’iPad si stanno dimostrando lo strumento giusto al momento giusto per il mondo dell’editoria ed è “sicuramente la strada da percorrere per la stampa quotidiana e periodica”.