Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria: Palazzo Chigi, su contributi al quotidiano Roma seguite indicazioni Agcom
Non ci sono stati ''blocchi'' ai contributi al quotidiano 'Roma' per il quale sono state seguite le indicazione dell'Autorita' Garante per le Comunicazioni.
E' quanto precisa Palazzo Chigi in una nota replicando a Italo Bocchino del Fli, che ieri in una trasmissione televisiva ha criticato il taglio dei contributi al giornale. Nella nota di precisa che ''l'erogazione dei contributi alle imprese editoriali, disciplinati dalla legge n. 250 del 1990, e' disposta sulla base di procedure fissate dalla legge e dai regolamenti di attuazione, che stabiliscono ed indicano tassativamente sia i requisiti che le imprese devono possedere per accedere ai contributi, sia la misura degli stessi, sia le cause ostative, per cui - si sottolinea - non vi e' alcuno spazio di discrezionalita' per il Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria''. La procedura stabilisce inoltre che, per tutte le testate ''l'Autorita' per le Garanzie nelle Comunicazioni e' chiamata ad esprimersi sull'assenza di circostanze ostative. In relazione all'anno 2009 l'Autorita' ha inteso, per il 'Roma' come per altre testate, effettuare ulteriori verifiche circa la sussistenza di situazioni di controllo e collegamento con altre imprese richiedenti contributi (situazioni che per legge sono ostative all'erogazione delle provvidenze) demandandole al nucleo speciale della Guardia di Finanza per la radiodiffusione e l'editoria operante presso la predetta Autorita'. Pertanto la Commissione tecnico-consultiva per l'editoria ha subordinato il parere favorevole all'erogazione dei contributi all'esito delle predette verifiche, i cui risultati, a tutt'oggi, non risultano ancora pervenuti.'' Quanto invece all'erogazione dei contributi per l'anno 2008, ''l'istruttoria concernente il 'Roma', lunga e tecnicamente complessa, ha visto altresi' la necessita' di un parere, richiesto dal Dipartimento all'Avvocatura dello Stato, che ha consentito di erogare 'allo stato degli atti' il contributo''. (Asca)
08/03/2011 09:19
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Agcom diffida Wind e Tre (recentemente fusesi in un’unica società) dal consentire agli utenti l’utilizzo di due servizi streaming di proprietà senza consumare il traffico dati previsto dal piano di abbonamento.
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.
A riguardo dei gravissimi ritardi accumulati nell'erogazione dei contributi alle tv locali degli anni passati e sull'adozione del nuovo regolamento, Confindustria RTV ha fatto pervenire a Newslinet.it la lettera del Presidente dell’Associazione TV Locali Maurizio Giunco e delle OO.SS.LL SLC- CGIL, FISTEL –CISL, UILCOM/UIL al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che di seguito integralmente pubblichiamo.