Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Elettrosmog, Brescia: esperti a convegno
(Qui Brescia.it) - Rischi legati all'uso dei telefoni cellulari e inquinamento elettromagnetico". E' questo il titolo del convegno in programma a Brescia sabato 28 marzo, nella sala conferenze del museo di Scienze naturali di via Ozanam (dalle 8,30 alle 13). Si tratta di un tema assai attuale e di un inquinamento che non si vede, ma che può causare seri danni all'organismo umano. Difatti sono molte le persone che ignorano che in ogni abitazione esistono campi elettromagnetici. Oltre che dai telefonini sono generati dai numerosi elettrodomestici che, ormai, sono presenti in tutte le case. "Eppure", ha spiegato il coordinatore dell'incontro, Celestino Panizza, "numerosi studi dimostrano che vi possono essere rischi molto seri per la salute. Ma in verità", ha proseguito, "c'è ancora molta confusione su cosa siano i campi elettromagnetici e sulle conoscenze scientifiche del pericolo". Panizza, inoltre, ha lamentato la parzialità di alcune ricerche scientifiche, spesso finanziate da società private direttamente interessate. "Nel 2006 è stata realizzata una ricerca sugli effetti dei cellulari che, però, non è mai stata pubblicata. Erano state proprio le società telefoniche ad averla commissionata". L'assessore al Decentramento Fabio Rolfi ha accolto la richiesta della consulta cittadina dell'ambiente, che voleva un dibattito sull'elettrosmog. Secondo il vicesindaco, si tratta di "un tema che pochi conoscono realmente. Per questo concordo con la consulta, che ha insistito affinchè venisse diffusa a livello locale una conoscenza scientifica, dato che anche il nostro territorio è direttamente interessato al problema. Il caso più eclatante è la Maddalena, dove ai campi elettromagnetici si è aggiunto anche il deturpamento ambientale, ma ci sono anche altre situazioni a rischio". Al convegno parteciperanno anche i medici dell'Arpa, l'Agenzia regionale per l'ambiente, che faranno una panoramica proprio sulle problematiche di Brescia.
25/03/2009 11:37
 
NOTIZIE CORRELATE
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 252 del 27/10/2016 il decreto del 05/10/2016 del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare recante l’approvazione delle “linee Guida sui valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici”.
Con sentenza depositata il 21/06/2016 in Segreteria, il TAR Lazio ha respinto il ricorso 10528/2003 e nel contempo accolto il ricorso 12364/2015 promosso da RAI WAY avverso l'Ordinanza del Sindaco del Comune di Rocca di Papa del 12/08/2003 che aveva ordinato la demolizione delle antenne di Monte Cavo Vetta e il verbale di accertamento 2236/2015 circa l'inottemperanza alla citata ordinanza di ingiunzione, sgombero e demolizione.
Riunione, oggi pomeriggio a Palazzo di Città, sul recente pronunciamento del Tar del Lazio in merito al ricorso della società Rai e Rai way contro da Delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.
Tutto da rifare per il sito radioelettrico di San Silvestro, sulle alture di Pescara, postazione strategica per il servizio cittadino da decenni al centro di un braccio di ferro giudiziario e politico coi residenti che vogliono la delocalizzazione delle antenne.
Con sentenza depostata nello scorso mese di giugno Consiglio di Stato ha riconosciuto validi alcuni limiti fissati dai regolamenti comunali per l’utilizzo di siti già oggetto di insediamenti radioelettrici.