Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Europa. Confronto sui canoni radiotelevisivi
(ADUC) - In Svizzera c'e' un grande fermento intorno al canone radiotelevisivo, e "Mister Prezzi" Stefan Meierhans e' della partita. Ha chiesto una riduzione dell'importo, ma soprattutto che non venga piu' riscosso da Billag -filiale di Swisscom- ma inserito nelle imposte. Anche perche' Billag incassa 55 milioni di franchi l'anno per il servizio di riscossione. In termini assoluti, il canone svizzero e' secondo in Europa, preceduto solo da quello danese. Il canone e' alto anche in Austria, Norvegia e Svezia. Tuttavia, le cose cambiano se il rapporto viene fatto con il Pil (prodotto interno lordo) dei vari Stati. Si scopre allora che in cima ci sono Macedonia e Croazia.
19/02/2009 17:50
 
NOTIZIE CORRELATE
Scontistica ex art. 2 cc. 5, 6 e 8 DM 04/08/2016 sui contributi dovuti dagli operatori di rete titolari di diritto d’uso in ambito locale per l’utilizzo delle frequenze digitali per gli anni 2014, 2015 e 2016.
Sulla G.U. n. 221 21/09/2016 è stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 04/08/2016 recante la “Determinazione dei contributi per i diritti d'uso delle frequenze digitali per gli anni 2014, 2015 e 2016”.
Approvato il matrimonio fra Wind Tre e dall’Antitrust europea grazie alla decisione di cedere alcuni asset ai francesi di Iliad.
L’Europa si direziona verso la concessione di maggiore libertà alle televisioni sugli spot: un limite giornaliero andrà a sostituire i limiti orari a condizione di non applicare eccessive interruzioni su film e news.
A livello europeo, il digitale terrestre costituisce la piattaforma di riferimento del mercato televisivo, sia dal punto di vista della domanda che dell’offerta.