Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Finanziaria, il Senato l'approva, passa alla Camera

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

13/11/2009 18:37
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Senato ha approvato definitivamente la legge di stabilità (provv. n. 2464) e il bilancio dello Stato (provv. n. 2465). La legge di stabilità è stata approvata con 161 voti favorevoli, 127 contrari e 5 astenuti. Il bilancio dello Stato è stato approvato con 161 voti favorevoli, 124 contrari e 5 astenuti.
La Legge Finanziaria 2010 (L. del 23/12/2009 n. 191) assegna un beneficio, in forma di riduzione contributiva o di incentivi, ai datori di lavoro che assumono lavoratori titolari dell’indennità di disoccupazione, in presenza di ulteriori requisiti.
Il Governo è impegnato a prorogare, almeno fino al primo gennaio 2012, l'entrata in vigore delle norme previste dalla Finanziaria 2010 che stabiliscono che i contributi per l'editoria spettano esclusivamente nel limite dello stanziamento iscritto sul bilancio della Presidenza del Consiglio, procedendo se necessario al riparto proporzionale dei contributi.
Con il comma 53 bis della legge finanziaria 2010, proposto lo scorso 3 dicembre come emendamento alla finanziaria dal Governo, s'interverrebbe per cancellare l'attuale sistema delle sovvenzioni a giornali e quotidiani di partito, di idee ed editi dalle cooperative.
«Fermiamo la strage delle piccole testate». È l'appello del segretario dell'Associazione Stampa Romana, Paolo Butturini, in riferimento alle norme inserite nel maxiemendamento alla finanziaria in materia di editoria.