Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Giornalismo: XV edizione premio Ilaria Alpi
E’ stata presentata questa mattina presso la sede della Provincia di Rimini la XV edizione del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi che si terrà a Riccione dal 18 al 20 Giugno 2009.  Alla conferenza stampa è intervenuto il neosindaco di Riccione Massimo Pironi nella sua prima uscita ufficiale come primo cittadino della Perla Verde. “Riccione – ha commentato Massimo Pironi – non nasconde l’ambizione di essere capitale turistica a livello internazionale. Una capitale turistica nei suoi molteplici aspetti, in cui la cultura deve occupare un posto di rilievo. Nell’era del virtuale e della crisi, è necessario ritrovare i valori della società civile per fare un salto di qualità. In questo senso Riccione si candida ad essere centro di riflessione e dialogo sui diversi temi dell’attualità. E il Premio Ilaria Alpi ne è un esempio concreto. Un Premio che, ideato dalla riccionese Comunità Aperta, dimostra l’importanza dell’associazionismo territoriale. Inoltre quest’anno, lo svolgimento al nuovo Palacongressi, porta un ulteriore arricchimento mettendo insieme l’internazionalità e la modernità della struttura con i contenuti di grande spessore dell’evento, pienamente condivisi dalla nostra amministrazione.  Seguo il Premio dalla sua prima edizione, ogni volta è un’emozione e una crescita intellettuale. Sono onorato che la mia prima conferenza stampa pubblica coincida con quella della XV edizione. Continuerò a dare il mio sostegno impegnandomi affinché i rappresentanti delle altre istituzioni facciano lo stesso”.
 
11/06/2009 15:10
 
NOTIZIE CORRELATE
Lo scorso 17 marzo il consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare il decreto legislativo “che prevede disposizioni per l’incremento dei requisiti e la ridefinizione dei criteri per l’accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti e per il riconoscimento degli stati di crisi delle imprese editrici, in attuazione della legge 26 ottobre 2016, n. 198” (Comunicato stampa ufficiale del Consiglio dei Ministri).
La “ricongiunzione” consente – a chi ha versato contributi in gestioni previdenziali diverse – di accentrare tutti i periodi assicurativi presso un unico ente, al fine di ottenere un’unica pensione. Le contribuzioni sono materialmente trasferite da ente ad ente.
Esiste ancora, nell’ambito giornalistico, una disparità di trattamento retributivo legata al genere di appartenenza. Questo, almeno, è il dato evidenziato da un articolo pubblicato sul sito di INPGI notizie intitolato “8 marzo/Le giornaliste continuano ad essere penalizzate”.
Le novità in tema di pensioni per i giornalisti non finiscono con la riforma dell’Inpgi: dal 1 gennaio 2017 è in vigore il cumulo gratuito dei contributi.
Approvata la nuova riforma pensionistica per l’Inpgi, ma non cessano le voci di protesta e i timori sul futuro dell’Istituto. La riforma, che ha ricevuto il placet di Ministero del Lavoro e Ministero dell’Economia, si è resa necessaria perché i conti in rosso dell’ente ne facevano presagire, nel giro di pochi anni, la chiusura o l’assorbimento nella cassa Inps.