Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Giornalisti-editori: Calabrò (Agcom) esprime soddisfazione per conclusione trattativa sindacale FIEG-FNSI
Il Presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Corrado Calabrò, a margine di un convegno presso la Seconda Università di Napoli su “Crisi della cultura e formazione della persona”, ha espresso soddisfazione per l’intesa tra FIEG e FNSI sull’ipotesi di accordo per il nuovo contratto dei giornalisti. La funzione di giornalista resta fondamentale e diventa anzi più complessa nella realtà attuale di un flusso enorme, ma indiscriminato di notizie per inquadrare l’informazione e dare ad essa sistematicità. I giornalisti devono sentire l’orgoglio di questo loro compito, essenziale nella società moderna alluvionata da una congerie di notizie indistinte che, con la loro abbondanza e genericità, rischiano di alimentare la confusione anziché condurre verso la comprensione dei fatti. Non meno importante è la valutazione degli stessi, che il giornalista deve fare in piena libertà, ma con obiettività, equilibrio, completezza, con il supporto di tutta la possibile documentazione. Questa funzione del giornalismo, significativa per tutti, assume un’importanza ancor maggiore nei confronti dei giovani, che devono sviluppare un percorso di formazione che richiede una capacità di visione aperta, ma organica e concludente, secondo una sequenza tematica.
28/03/2009 07:11
 
NOTIZIE CORRELATE
Agcom diffida Wind e Tre (recentemente fusesi in un’unica società) dal consentire agli utenti l’utilizzo di due servizi streaming di proprietà senza consumare il traffico dati previsto dal piano di abbonamento.
Si  è   interrotto   oggi   il   confronto  tra   la Federazione   nazionale  della   stampa  italiana   – chiamata   ad assistere il Cdr di Sky Tg 24 – e Sky Italia al tavolo delle trattativa per il trasferimento di 99 giornalisti del   Tg   da   Roma   a   Milano. 
Lo scorso 17 marzo il consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare il decreto legislativo “che prevede disposizioni per l’incremento dei requisiti e la ridefinizione dei criteri per l’accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti e per il riconoscimento degli stati di crisi delle imprese editrici, in attuazione della legge 26 ottobre 2016, n. 198” (Comunicato stampa ufficiale del Consiglio dei Ministri).
La “ricongiunzione” consente – a chi ha versato contributi in gestioni previdenziali diverse – di accentrare tutti i periodi assicurativi presso un unico ente, al fine di ottenere un’unica pensione. Le contribuzioni sono materialmente trasferite da ente ad ente.
Ai fini del versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2017 attraverso la delibera in titolo adottati i seguenti documenti, che costituiscono parte integrante e sostanziale della delibera in parola: a) modello telematico “Contributo SCM – anno 2017”, di cui all’art. 4, comma 1, della delibera n. 463/16/CONS (allegato A alla delibera in oggetto); b) “Istruzioni per il versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2017 dai soggetti che operano nel settore delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media” (allegato B alla delibera in oggetto).