Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Il tycoon Murdoch: ''Dai miei giornali nessun complotto contro Berlusconi''
(Adnkronos) - Il magnate australiano ai microfoni di Fox business: ''Noi non abbiamo fatto rappresaglie per Sky. Io non controllo quello che dice il direttore del 'Times' di Londra o quello che dice l''Economist' quando lo attacca. Il 'New York Times', lo sa Dio, io lì non ho influenza''.
Il magnate australiano Rupert Murdoch (nella foto) smentisce di aver utilizzato il suo impero mediatico per una rappresaglia contro il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, che ha aumentato le tasse sulla sua rete satellitare Sky. E' un'accusa "senza senso", ha detto Murdoch in un'intervista alla rete di sua proprietà Fox business. "Vi sono stati molti commenti alcuni mesi fa quando ha ridotto le tasse ovunque in Italia, tutte le tasse per le imprese, salvo per la televisione satellitare dove le ha raddoppiate... questo è il business. Noi non abbiamo fatto rappresaglie o detto qualcosa in proposito. Io non controllo quello che dice il direttore del Times di Londra o quello che dice l'Economist quando lo attacca. Il New York Times, lo sa Dio, io lì non ho influenza".
 
10/06/2009 18:47
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
In un articolo del 15 marzo, pubblicato sul blog ufficiale di Viacom (Visual & Audio Communications - conglomerato di media statunitense con vari interessi in tutto il mondo nei canali televisivi satellitari e via cavo), si legge: “Insieme a Fox Networks Group e Turner siamo lieti di annunciare la nascita di OpenAP, la piattaforma avanzata di rilevazione audience nel settore televisivo”.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Sky Italia diventa il terzo polo della produzione e distribuzione cinematografica nazionale, ma le concorrenti storiche del mercato Rai con Rai Cinema e Mediaset con Medusa film non sembrano preoccuparsi eccessivamente.