Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Intercettazioni, il governo mette la fiducia

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

09/06/2009 17:03
 
NOTIZIE CORRELATE
Nella riunione del Consiglio dei Ministri del 29 dicembre scorso sono stati nominati i Sottosegretari di Stato del Governo Gentiloni. Rispetto al governo Renzi che ne aveva 44, i Sottosegretari sono ridotti a 41, e si tratta in larga parte di riconferme. Il primo Ministro ha rivendicato la stabilità della squadra, per garantire la continuità sul piano politico.
"Le scrivo in relazione al disegno di legge governativo AC 2798, e, in particolare, ai criteri di delega per il rafforzamento delle garanzie di riservatezza nell'ambito della disciplina delle intercettazioni".
Gli Stati sono tenuti ad adottare adeguate misure per garantire una sicura custodia delle intercettazioni telefoniche depositate in un fascicolo processuale.
Si complica ulteriormente la posizione del gruppo Murdoch: Scotland Yard ha scoperto che le intercettazioni illegali fatte per conto del domenicale News of the World sono state almeno 2000 in più di quanto si era pensato finora.
Mancanza di regole omogenee nella raccolta delle informazioni, impossibilità di attribuire con sicurezza un'utenza a una singola persona, alta probabilità di errore nel passaggio dal file registrato alla trascrizione, gestione "allegra"della conservazione dei dati.