Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
P.A. Effetto Brunetta: entro tre squilli si risponde al cittadino o scatta la sanzione
L'effetto Brunetta c'è stato nella P.A. e si è visto. Più o meno tutti quelli che lavorano con la P.A. se ne sono accorti. Certo, l'efficienza in molti uffici pubblici è ancora lontana ed in (pochi) altri dove già il servizio offerto era di buon livello il ciclone della riforma non ha alterato lo stato dei luoghi.
Però ciò che più conta è che il segnale è stato inviato. Chiaro e forte. Ed è stato raccolto. Come dimostra, tra l'altro, la circolare del sindaco del Comune di Pietrasanta (Lucca), che prescrive che gli addetti alle comunicazioni con l'esterno debbano rispondere (salvo cause di forza maggiore) entro il terzo squillo di telefono. Diversamente, scatterà la sanzione.Termineranno così, almeno lì, le interminabili attese dei cittadini al centralino comunale.
23/05/2009 16:39
 
NOTIZIE CORRELATE
Come reso noto in precedenza, dal 23/12/2016 sono entrate in vigore le nuove norme sull'accesso generalizzato, il cd FOIA ai sensi del quale chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli già oggetto di pubblicazione obbligatoria senza necessità di fornire una motivazione.
L'Autorità Nazionale Anticorruzione ha pubblicato la Determinazione n. 1310 del 28/12/2016 contenente le Prime linee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel d.lgs. 33/2013 come modificato dal decreto legislativo n. 97/2016.
Il direttore della Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe De Tomaso ha definito “un colpo micidiale, forse mortale al mondo dei giornali” il progetto renziano di far pubblicare solo su internet gli annunci di gare d’appalto e aste giudiziarie da parte di enti pubblici e tribunali.
L'art. 116 c.p.a. Rito in materia di accesso ai documenti amministrativi recita testualmente: "Contro le determinazioni e contro il silenzio sulle istanze di accesso ai documenti amministrativi nonché per la tutela del diritto di accesso civico connessa all'inadempimento degli obblighi di trasparenza, il ricorso è proposto entro trenta giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata o dalla formazione del silenzio, mediante notificazione all'amministrazione e ad almeno un contro interessato...".
Il D.P.C.M. del 05/12/2013, n. 158, recante “Regolamento di organizzazione del Ministero dello sviluppo economico” potrebbe contribuire a risolvere alcuni dei gravissimi problemi connessi al cattivo funzionamenti degli Ispettorati Territoriali.