Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio, pubblicità: rallenta la nazionale ad ottobre (-2,8%). Ma il saldo sull'anno rimane comunque positivo

L'Osservatorio FCP-Assoradio (FCP-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mese di Ottobre 2016.
I dati evidenziano una diminuzione del fatturato pubblicitario della pubblicità nazionale radiofonica pari al -2,8% nel mese di Ottobre 2016 rispetto al corrispettivo 2015. Il fatturato totale del mese di Ottobre 2016 corrisponde a € 32.296.000,00. Il commento del Presidente FCP-Assoradio Fausto Amorese: “A due mesi dalla chiusura d’anno e nonostante il consistente incremento con cui si è chiuso il 2015, nel periodo Gennaio-Ottobre il mezzo Radio resta in terreno positivo: +0,2%. Un risultato da rimarcare considerando che il 2016, specialmente in questa seconda parte dell’anno, si sta caratterizzando per un andamento non lineare del mercato. Anche Ottobre si confronta con la forte crescita registrata dallo stesso mese nel 2015. La flessione registrata dall’Osservatorio FCP-Assoradio, comunque contenuta, va dunque letta sotto questa luce". (E.G. per NL)

28/11/2016 10:18
 
NOTIZIE CORRELATE
L'Osservatorio FCP-Assoradio (FCP-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mese di Gennaio 2017.
L'Osservatorio FCP-Assoradio (FCP-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mese di Dicembre 2016.
Il mercato degli investimenti pubblicitari nei primi dieci mesi dell’anno si attesta a +2,0% rispetto allo stesso periodo del 2015. Nel singolo mese di ottobre la raccolta è in calo dell’1,7%.
Parte bene il 2010 per le radio: nel raffronto del fatturato gennaio-febbraio 2010/gennaio-febbraio 2009 il segno è positivo per l'11%.
Per la prima volta dall'inizio del doloroso 2009, la pubblicità radiofonica torna a crescere. Parliamo di percentuali vicino allo zero, ma a livello psicologico è pur sempre un segnale positivo.