Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Rai invisibile sul satellite per 1,8 milioni di italiani muniti di decoder
Nel periodo dal 16 aprile 2009 al 21 giugno 2009, oltre 1.800.000 telespettarori muniti di decoder satellitari non hanno potuto vedere circa 357 programmi dei canali Rai 1, Rai 2 e Rai 3.
Tra le trasmissioni oscurate risultano almeno diciotto edizioni di tg nazionali. Inoltre dal 14 luglio 2008 Rai non rende disponibile, neppure parzialmente, sulle piattaforme distributive satellitari il canale televisivo di servizio pubblico Rai 4, visibile unicamente attraverso ricevitori digitali terrestri. Con queste ed altre motivazioni Altroconsumo ha depositato oggi un esposto, presso l'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), per oscuramento delle trasmissioni del servizio pubblico radiotelevisivo Rai. Esposto che e' stato inviato anche all'Antitrust e alle dg Concorrenza e societa' dell'informazione della Commissione europea. Altroconsumo chiede ad Agcom di verificare quanto riportato sulla stampa circa la tecnologia di decodifica Nagra adottata dalla nuova piattaforma satellitare Tivu Sat utilizzata da Rai, Mediaset e Telecom a partire dal 1 agosto 2009. Secondo gli esperti di settore, infatti, con la nuova tecnologia di decodifica oltre 6.445.000 decoder gia' presenti nelle case degli italiani non potranno vedere i contenuti criptati sulla nuova piattaforma. (ADUC)
13/07/2009 10:52
 
NOTIZIE CORRELATE
“Siamo delusi dall’intervento del Direttore Generale in Commissione Parlamentare di Vigilanza sul tema della Convezione di Servizio Pubblico. Ci saremmo aspettati un intervento con dati alla mano: entrate 2016, previsione entrate 2017 e 2018 e relativo progetto industriale”.
Agcom diffida Wind e Tre (recentemente fusesi in un’unica società) dal consentire agli utenti l’utilizzo di due servizi streaming di proprietà senza consumare il traffico dati previsto dal piano di abbonamento.
Intrattenimento in day time e talk show incentrati su casi di cronaca? Il direttore generare Rai Antonio Campo Dall’Orto potrebbe dire “Non parliamone più”, parafrasando il titolo della trasmissione di Rai Uno (Parliamone sabato) recentemente chiusa per le polemiche su uno dei suoi approfondimenti.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.