Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Sky sostituisce la Rai come servizio pubblico?
"La Rai si impegna a realizzare la cessione gratuita, e senza costi aggiuntivi per lutente, della propria programmazione di servizio pubblico sulle diverse piattaforme distributive, compatibilmente con i diritti dei terzi e fatti salvi gli specifici accordi commerciali".
Lo prevede il "Contratto di servizio" 2007-2009, tra lo Stato e la Rai, all'articolo 26. "Il che significa - spiega l'associazione di consumatori ADUC - che la Rai deve far accedere alla propria programmazione anche Sky". "Con il fallimento della trattativa per continuare a collocare i programmi Rai su Sky, si viene meno al rispetto del "Contratto di servizio", oltre a produrre un danno da mancanza di introiti per circa 60 milioni di euro l'anno, tra cessazione dell'accordo e perdita della pubblicita', ai quali ci aggiungiamo la perdita di utenti", continuano i consumatori che evidenziano che "La Rai non consentira' di vedere Sky mentre Sky consentira' di vedere la Rai, senza ulteriori costi. Con la "chiavetta" di Sky, infatti, ci si potra' sintonizzare su tutti canali digitali terrestri per chi e' in possesso di decoder Hd (Sky Hd o my Sky Hd) o con entrata Usb. Insomma, la funzione di servizio pubblico la sta assumendo una emittente privata. Ci chiediamo, allora, una volta di piu', a cosa serva pagare il canone alla Rai per un servizio pubblico che tale non è ?"
 
22/10/2009 10:09
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
“Siamo delusi dall’intervento del Direttore Generale in Commissione Parlamentare di Vigilanza sul tema della Convezione di Servizio Pubblico. Ci saremmo aspettati un intervento con dati alla mano: entrate 2016, previsione entrate 2017 e 2018 e relativo progetto industriale”.
Intrattenimento in day time e talk show incentrati su casi di cronaca? Il direttore generare Rai Antonio Campo Dall’Orto potrebbe dire “Non parliamone più”, parafrasando il titolo della trasmissione di Rai Uno (Parliamone sabato) recentemente chiusa per le polemiche su uno dei suoi approfondimenti.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.