Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tarak Ben Ammar: Murdoch (Sky) non e' arrabbiato con Berlusconi, agli italiani nulla interessa del conflitto d'interessi
(ADUC.it) - "Ho visto Murdoch quindici giorni fa e non e' affatto arrabbiato con Berlusconi. E' un uomo d'affari che vive in un mercato competitivo. Gli ho ricordato che e' in Italia perche' c'era Silvio presidente del Consiglio che lo ha permesso. All'epoca Mario Monti, la sinistra, tutti erano contrari. Parlavano dello squalo che allungava le mani sulla tivu' italiana". Lo dice Tarak Ben Ammar in un'intervista a 'Il Sole 24 ore'.
"Murdoch sa che quando si arriva da stranieri in un Paese non bisogna mai mettersi a fare politica". Tarak Ben Ammar affronta poi l'ipotesi di una vendita delle sue aziende da parte di Berlusconi a Murdoch. "Era pronto a vendere. Ma i figli hanno detto che volevano lavorare, non essere considerati solo degli eredi". Ora il premier non vendera' "mai. Agli italiani non importa nulla del conflitto di interessi. E poi lui non ha ostacolato la concorrenza, tant'e' che Murdoch e il suo braccio destro, Tom Mockridge, in Italia hanno potuto fare un lavoro fantastico".
Sono dichiarazioni che tendono a smorzare le tensioni tra Mediaset e Sky.
23/02/2009 10:01
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).