Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tecnologie, scuola: risparmiare denaro con sms ed e-mail
Risparmiare denaro, specialmente in momenti difficili come questi, è necessario ma non sempre aiuta l’efficienza e la qualità. Anzi spesso, pur di risparmiare, si crea disoccupazione, livello meno alto dei servizi prestati, disfunzioni. Non è questo però il caso del provvedimento che ha preso il ministero della Pubblica istruzione. Da quest’anno infatti, sempre spinti dalla sacra volontà di risparmiare, le scuole sono autorizzate a interpellare i supplenti via sms o per e- mail. Il fatto è che le persone interpellate per fornire una supplenza ammontano a circa 300.000 ogni anno con un costo in telefonate o in telegrammi che si aggira su alcune centinaia di migliaia di euro. La tecnologia ancora una volta aiuta, facendo risparmiare tempo e denaro. La “svolta” tecnologica del ministero, d’altra parte, si è fatta già sentire con un altro fatto significativo, balzato giustamente agli onori della cronaca. Il ministro Mariastella Gelmini si è dotata di un canale su Youtube, per meglio confrontarsi con tutti sulla scuola e sull’università; anzi per la prima volta sono state annunciate le materie degli esami di maturità proprio grazie a questo strumento. Non più, quindi, un ministero dell’istruzione che può apparire come un tempio del sapere ammuffito e polveroso; la forza del cambiamento, la volontà di non più arrendersi allo status quo passa anche da questo. Solo un consiglio per i giovani aspiranti ad un posto come docenti: d’ora in avanti collegatevi spesso ad internet e consultate la vostra posta elettronica. C’è posta per te potrebbe significare l’offerta di un posto di lavoro! (Antonio F. Vinci per NL)
24/05/2009 22:02
 
NOTIZIE CORRELATE
Maggiori tutele e più sicurezza per chi acquista via sms il biglietto dell'autobus o paga il parcheggio, usa i servizi di carsharing o bikesharing, accede ai varchi delle zone a traffico limitato attraverso il ricorso al credito telefonico o ad altri strumenti di pagamento (es. carta di credito).
Il Ministero dell’istruzione promuove il Piano per l’Editoria Digitale Scolastica, finalizzato all’acquisizione di prototipi di “edizioni digitali scolastiche” che contribuiscano alla realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento.
Utilizzare una trasmissione televisiva come 'Quelli che il calcio...' per mandare messaggi criptati ai boss mafiosi in carcere "puo' essere un modo per cercare di aggirare le restrizioni del 41 bis, il cosiddetto carcere duro, ma è solo un'ipotesi".
“Ti aspetto sabato alle 14 a Roma Circo Massimo. Un grande corteo fino a San Giovanni per difendere la libertà e la democrazia. Silvio Berlusconi".
La scuola si avvia ad essere sempre più informatizzata, digitale. E’ di questi giorni la notizia che la Olivetti sta per mettere in vendita un pacchetto digitale che dovrebbe avere mercato nell’ambito della scuola italiana e poi nel resto dell’Europa.