Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Telecom Italia: già investiti 300 mln nel DTT. Ma si guarda all'IP Tv
''Sul digitale terrestre abbiamo investito circa 300 milioni di euro per la trasformazione della nostra piattaforma. L'obiettivo e' avere 4 multiplex e diventare provider di servizi e informazioni''.
Questo ha dichiarato l'amministratore delegato di Telecom Italia Franco Bernabe' durante il convegno romano sul digitale terrestre, spiegando come questo offra un grande potenziale per il pubblico anche perche' permette l'interoperabilita' tra piattaforme consentendo l'offerta di tantissimi servizi di qualita' e aprendo le porte alla diffusione dei contenuti. ''Nei nostri piani - ha sottolineato - c'e' anche l'espansione alla Iptv nell'ottica della pluralita' delle piattaforme che non competono fra di loro ma si integrano, oltre ovviamente alla banda larga e ultralarga''. (Asca
 
16/10/2009 08:10
 
NOTIZIE CORRELATE
Cairo Editore ha registrato, nel 2016, una crescita del 7% (rispetto al 2015) in termini di raccolta pubblicitaria proveniente dalle testate del gruppo, per un totale di 27,6 mln di euro (nel 2015 sono stati invece 25,8 mln).
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
L’Effetto Sanremo, ossia il picco di ascolti che Rai 1 registra durante il Festival, consegna al primo canale nazionale la cima della classifica dello share (17,61%) riferito alla prima serata di febbraio 2017 e al target “commerciale” di utenti tra i 15 e i 54 anni.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.