Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
TI Media, pubblicità La7 primi mesi poco sopra minimi garantiti
(Reuters) - La7, emittente televisiva di Telecom Italia Media, ha registrato, nei primi mesi del 2009, una raccolta pubblicitaria leggermente superiore ai limiti garantiti dal concessionario.
Lo ha detto il vicepresidente operativo, Giovanni Stella, ribadendo che la cessione di Timb potrebbe portare a una drastica riduzione o alla cancellazione del debito del gruppo, pari a fine anno a 287 milioni. Stella non ha dato però indicazioni sul processo di vendita di Timb, controllata che detiene la rete per la televisione digitale. "Con la cessione del multiplex (rete digitale) prevediamo una drastica riduzione, anzi una cancellazione del debito", ha spiegato Stella durante l'assemblea degli azionisti. A dicembre 2008 la società ha detto che un fondo di private equity interessato a Timb si era ritirato e che intendeva fare un'asta nella prima parte del 2009. "Nei primi due mesi del 2009 il concessionario di pubblicità ha raccolto 400.000 euro in più rispetto al minimo garantito (pari a 84 milioni di euro l'anno) e anche per marzo abbiamo segnali positivi", ha detto Stella. Cairo Communication ha un contratto triennale di concessione per la raccolta pubblicitaria di La7 in esclusiva.
 
06/04/2009 21:17
 
NOTIZIE CORRELATE
Cairo Editore ha registrato, nel 2016, una crescita del 7% (rispetto al 2015) in termini di raccolta pubblicitaria proveniente dalle testate del gruppo, per un totale di 27,6 mln di euro (nel 2015 sono stati invece 25,8 mln).
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
L’Effetto Sanremo, ossia il picco di ascolti che Rai 1 registra durante il Festival, consegna al primo canale nazionale la cima della classifica dello share (17,61%) riferito alla prima serata di febbraio 2017 e al target “commerciale” di utenti tra i 15 e i 54 anni.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.