Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tlc, USA: primi passi di Google nella Telefonia Voip
(ADUC.it) - Google, leader mondiale dei motori di ricerca Internet, si prepara a sbarcare in forze nei servizi di telefonia Voip (tramite Internet), grazie a GrandCentral, una società acquistata quasi due anni fa, che e' stata ribattezzata Google Voice. Google ha acquistato GrandCentral a giugno del 2007 per una cifra che non e' stata ancora resa nota. Il cambiamento prevede il miglioramento del servizio offerto agli utenti di GrandCentral, dando la possibilita' sia di memorizzare nelle caselle di posta elettronica le trascrizioni dei messaggi lasciati nelle caselle vocali, che di usufruire di sconti sulle chiamate internazionali. Per ora Google Voice sara' disponibile solo per gli utenti che gia' si servono di GrandCentral per gestire le chiamate sulle linee in ufficio, a casa e sul portatile. Secondo Google diverse centinaia di migliaia di persone dispongono di un account GrandCentral. Il servizio gratuito sara' negato a nuovi utenti fino a che la societa' Internet non avra' rivisto la tecnologia, in modo tale da poter allargare l'offerta ad un piu' vasto numero di persone. Nelle prossime settimane Google Voice sara' disponibile per coloro che si saranno iscritti alla lista di attesa per usufruire del servizio, secondo quanto riferito da Vincent Paquet, tra i soci fondatori di GrandCentral e persona incaricata di gestire il nuovo servizio per Google. Ecco come funziona il servizio: Google Voice assegna un numero di telefono per ogni utente. Le chiamate effettuate verso un numero Google Voice possono essere automaticamente dirette a un altra linea telefonica. Il servizio offre inoltre un hub, una sorta di contenitore che permettera' di salvare le trascrizioni di qualsiasi messaggio vocale in arrivo. Il centro di comandi online consente inoltre ad un utente di personalizzare i messaggi di benvenuto registrati per amici, familiari e colleghi, cosi' come per persone non gradite. "La funzione principale di Google e' quella di aiutare la gente a gestire le proprie informazioni e ora come ora uno dei problemi principali e' rappresentata dalla gestione della comunicazione vocale", ha commentato Paquet. Non si tratta del primo tentativo di Google di diventare uno dei protagonisti del mercato delle tlc. La societa' ha progettato una piattaforma studiata appositamente per dispositivi portatili, che prende il nome di Android, studiata per garantire agli utenti l'accesso ai servizi di Google ovunque si trovino.
16/03/2009 09:09
 
NOTIZIE CORRELATE
YouTube si è lanciata nel mondo dello streaming tv a pagamento (SVOD) e sembra intenzionata a fare le scarpe alle concorrenti, Netflix e Direct tv su tutte.
Gli Stati Uniti hanno ultimato l’asta per la cessione delle frequenze nella banda 600 MHz dagli operatori televisivi alle telco: il guadagno è stato praticamente un quarto rispetto alle previsioni ma l’asta dà il via allo sviluppo del 5G.
Google non usa mezzi termini, soprattutto quando si tratta di tutelare la sua immagine dall’essere associati con le bufale online e, proprio per questo è arrivata, recentemente, la prima batosta al mondo delle fake news made in Italy; la compagnia di Mountain View, infatti, ha recentemente privato il noto blog complottista Byoblu, a cura di Claudio Messora, della possibilità di monetizzare i suoi contenuti con i banner di AdSense.
La pubblicità digitale è quasi totalmente in mano a Google e Facebook che costituiscono una sorta di duopolio in questo fiorente settore.
Attraverso un post sul blog aziendale firmato da Kent Walker, vice presidente di Google, l’azienda di Mountain View risponde alla Commissione UE: per loro non c’è alcun abuso di posizione dominante.