Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Berlusconi: media Murdoch critici dopo frattura su Iva
(Reuters) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, associa gli articoli critici nei suoi confronti apparsi recentemente sui media del gruppo di Rupert Murdoch con la decisione del governo di aumentare al 20 dal 10% l'Iva sulla pay tv di Sky Italia di proprietà del tycoon australiano.
"Non vorrei essere cattivo ma con l'episodio dell'Iva su Sky si è verificata una frattura dei rapporti con Sky e Murdoch cui ha fatto seguito una serie di articoli molto critici nei miei confronti", ha detto Berlusconi, la cui famiglia è la principale azionista del gruppo televisivo Mediaset, in un'intervista a Canale 5. Il Cavaliere, che alle 12 registra un'intervista proprio su Sky Italia in vista delle elezioni europee del 6 e 7 giugno, punta a superare il 40% dei voti nelle consultazioni del weekend che gli osservatori politici considerano un test sulla popolarità del premier dopo le pesanti critiche della moglie sulla frequentazione di giovani donne. Il primo giugno il quotidiano britannico The Times, controllato dalla News Corp di Murdoch, ha pubblicato un editoriale su Berlusconi intitolato "Scivola la maschera del clown". Il commento definisce Berlusconi un "clown sciovinista" che rincorre donne più giovani di 50 anni e che si "rivolge all'opinione pubblica italiana con assoluto disprezzo" non rispondendo "a legittime domande su relazioni che sfiorano lo scandalo". Già ieri sera, nella registrazione del programma Rai Porta a Porta, il premier aveva detto che le critiche del Times nascondevano la competizione sul mercato italiano della tv tra Sky e Mediaset. "I giornali esteri che intervengono [a criticarmi] sono insufflati dalla sinistra o addirittura è qualcuno che si contrappone a Mediaset nella televisione in Italia", ha detto Berlusconi. Oltre a The Times, altri giornali stranieri hanno pubblicato articoli molto critici nei confronti di Berlusconi: tra questi il Financial Times, El Pais, Le Nouvel Observateur, il Suddeutsche Zeitung nonché il settimanale tedesco Stern che lo ritrae in copertina come un busto di marmo di un imperatore romano. Per il premier dietro le critiche di Murdoch e di altri giornali esteri ci sono i suggeritori della sinistra e di un gruppo imprenditoriale italiano. "Io penso a un gruppo italiano ma francamente bisogna avere in mano prove concretissime prima di poter puntare l'indice accusario", ha detto oggi Berlusconi una intervista a Canale Italia. Nessun nome da parte del premier ma in Italia i giornali del gruppo Espresso hanno attaccato duramente il capo del governo sulla partecipazione alla festa dei 18 anni di Noemi Letizia. "So di come funzionano i giornalisti stranieri nei salotti romani e sono giornalisti che attingono ai giornali di sinistra e che portano sui loro giornali degli articoli che dipingono l'Italia in modo diverso da quello che è", ha aggiunto il premier. "E' una discrasia che esiste, dipingono una Italia che non c'è", ha concluso.Nell'ambito del pacchetto anticrisi varato a fine novembre il governo ha inserito l'aumento al 20 dal 10% dell'Iva per gli abbonati Sky che ha portato lo stesso Murdoch a scrivere una lettera di protesta a Berlusconi. La sinistra ha accusato Berlusconi di voler colpire un concorrente ma il premier ha ribattuto che Murdoch è un monopolista del satellite e porta via tutti i soldi che guadagna in Italia.
04/06/2009 19:14
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).