Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv, crisi, Spagna: Telecinco, 2-3 anni per ripresa settore pubblicitĂ 
Il mercato della pubblicità televisiva potrebbe cadere del 30% nel 2009 e impiegare due o tre anni per ritornare ai livelli pre-crisi. Lo ha detto oggi il presidente di Telecinco Alejandro Echevarria.
Secondo le stime della società, controllata da Mediaset, le spese delle aziende in pubblicità sulla televisione spagnola dovrebbero ammontare a 2,1-2,3 miliardi di euro nel 2009, in calo dai 3,08 miliardi dell'anno scorso.  Nel 2007, prima della crisi economica mondiale, le emittenti televisive spagnole hanno riportato circa 3,5 miliardi in entrate derivanti da pubblicità. L'emittente televisiva spagnola ha detto inoltre di aspettarsi alleanze nel settore televisivo piuttosto che fusioni, con il comparto che cerca di superare il crollo della pubblicità, una maggiore competizione e un cambiamento nel suo business model.  "Tutti stanno parlando con tutti ma le fusioni sono complesse e difficili da condurre. Scommetterei su alleanze fra diversi gruppi nei prossimi mesi", ha detto Echevarria. (fonte Reuters)
18/11/2009 07:43
 
NOTIZIE CORRELATE
In un articolo del 15 marzo, pubblicato sul blog ufficiale di Viacom (Visual & Audio Communications - conglomerato di media statunitense con vari interessi in tutto il mondo nei canali televisivi satellitari e via cavo), si legge: “Insieme a Fox Networks Group e Turner siamo lieti di annunciare la nascita di OpenAP, la piattaforma avanzata di rilevazione audience nel settore televisivo”.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).
Andrà a Mediaset il canale 20, fino ad oggi in mano a Retecapri e che, come già segnalato nelle scorse settimane su questo periodico, era prossimo ad una vendita verso non meglio identificati acquirenti.