Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Lombardia: Bergamo Tv e Videobergamo dal 30 settembre con programmazione unica
Bergamo Tv e Videobergamo dal 30 settembre trasmetteranno programmazione unica a seguito di un accordo stipulato tra Publimagic (editore di Videobergamo) e Teleradiodiffusioni Bergamasche (editore di Bergamo tv), le cui linee attuative si sono perfezionate in queste ultime ore.
L'intesa tra le parti prevede la messa in onda di un'unica programmazione, sotto il cappello della testata storica di Bergamo tv, nell'ottica di ottenere le sinergie necessarie per la tutela delle specificità delle tv locali bergamasche. Massimo Cincera, amministratore delegato di Teleradiodiffusioni Bergamasche e del gruppo di appartenenza Sesaab, ha così spiegato la decisione: "I grandi investimenti ai quali le televisioni locali sono chiamate in questi anni hanno previsto innanzitutto il passaggio della trasmissione del segnale da analogico a digitale. Inoltre hanno reso indispensabile l'introduzione delle tecnologie digitali di produzione e, conseguentemente, il rinnovo degli spazi fisici nei quali vengono realizzati i programmi tv. Gli sviluppi attuali e futuri del settore televisivo hanno dunque reso necessaria questa alleanza tra le due emittenti bergamasche. Sta per cominciare una stagione televisiva completamente nuova per Bergamo e, come avviene per ogni nuova avventura, l'entusiasmo è molto. Bergamo tv lascerà nei prossimi mesi la sede di via Corti e troverà posto nella sede storica del Gruppo Sesaab in Palazzo Rezzara in viale Papa Giovanni XXIII al 118 dove già lavorano le redazioni de L'Eco di Bergamo e del sito del giornale. Cambieranno quindi gli studi televisivi di Bergamo Tv: produzione e scenografie utilizzeranno il meglio della tecnologia digitale disponibile sul mercato. Giornalisti, tecnici e editore siamo tutti chiamati a reinventare i processi di produzione delle trasmissioni, della pubblicità e dell'informazione. Salutiamo quindi con grande piacere questa intesa con Publimagic che consente la confluenza di esperienze e la possibilità di convogliare tutte le energie per un unico progetto televisivo locale". Gli fa eco Luca Caglioni, amministratore unico di Publimagic, che puntualizza: "L'esperienza di Videobergamo è stata entusiasmante per chi, come me, l'ha promossa e supportata, è stata formativa per molti collaboratori che con le nostre telecamere e dai nostri microfoni hanno imparato un mestiere ed è stata, mi auguro, gradevole per il pubblico che ha seguito le nostre trasmissioni sportive e di approfondimento e la nostra informazione. L'avventura non termina qui perché sono certo che nella rinnovata e autorevole compagine di Bergamo tv potranno trovare spazio e crescere gli esperimenti informativi che abbiamo fino ad ora coltivato". (R.R. per NL)
 
 
21/08/2013 17:46
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.