Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Toscana: Canale 39 di Viareggio termina i programmi e ricomincia da Lucca
Dal 15 ottobre prossimo Canale 39 Viareggio chiuderà le proprie trasmissioni. L’annuncio lo ha dato Paolo Tambini, cofondatore (nel 2007) della storica emittente, precisando che il marchio è stato acquistato da imprenditori lucchesi che trasferiranno la rete a Lucca.
Una decisione dovuta alle difficoltà di bilancio, causate, pare, da scarse entrate pubblicitarie. Parte del personale della stazione, che fa riferimento al gruppo imprenditoriale televisivo locale Barbagli (che a Lucca è editore di TVS 24, che da circa tre mesi rilancia i programmi di Canale 39), si trasferirà nel capoluogo di provincia per curare l'area delle televendite. Anche l'altra tv del gruppo Barbagli, Tele Mondo, sposterà la sede da Bientina (Pisa) a Lucca. (Ruggero Righini per NL).
01/10/2009 21:00
 
NOTIZIE CORRELATE
Salvatore Scaravilli, uno dei volti più conosciuti di Tvr Teleitalia, la televisione regionale toscana di Prato, è morto all'età di 77 anni il 2 scorso a Firenze.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
Il Tribunale di Pisa ha omologato i concordati preventivi presentati da Publiaudio srl e Radio Valdera srl, carrier di importanti contenuti radiofonici (prevalentemente della Mediahit srl, titolare dei format e dei marchi associati).
L'estate vede nascere a sorpresa (visto il momento di crisi) nuove emittenti radiotelevisive locali in FM e sul DTT. Sul lato radiofonico, sull'appennino bolognese è nata Radio Fresh, con sede a Castiglione dei Pepoli.
Con avviso pubblico del 16 marzo 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico è stato dato avvio alla procedura per l’attribuzione temporanea dei diritti d’uso agli operatori di rete, costituti in società consortili, per il servizio radiofonico digitale nelle provincie di Firenze, Arezzo, Pistoia, Prato, Siena, L’Aquila, Cagliari, Nuoro, Ogliastra, Carbonia-Iglesias.